Provincia / San Giorgio

Commenta Stampa

In distribuzione in città il “Bilancio Sociale di Mandato” dell’Amministrazione Giorgiano


In distribuzione in città il “Bilancio Sociale di Mandato” dell’Amministrazione Giorgiano
27/03/2012, 09:03

San Giorgio a Cremano, 27 marzo 2012 – Informare e comunicare ai cittadini i risultati del proprio operato in tutta trasparenza: sono questi gli obiettivi del “bilancio sociale di mandato”, il documento che l’Ente di piazza Vittorio Emanuele II ha realizzato per dare conto ai propri cittadini del lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale.

Un vero e proprio “libro delle cose fatte”, che per la prima volta nella storia della città l’Amministrazione Comunale, recependo e rispettando la direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica del 17 febbraio 2006, ha provveduto a pubblicare e a distribuire gratuitamente, in queste ore, ai cittadini per comunicare in modo chiaro e preciso, i dettagli del lavoro svolto da Consiglio e Giunta Comunale dal 2007 a questi primi mesi del 2012.

Il bilancio di mandato, che risponde all’esigenza di ridurre al massimo le distanze esistenti tra i cittadini e il “palazzo”, spiega ai cittadini perché sono state prese determinate decisioni di governo, come sono state realizzate e quali sono stati i risultati ottenuti. Il tutto sia da un punto di vista economico e finanziario che da un punto di vista “sociale” ossia in termini di aumento del benessere del cittadino. Un lavoro minuzioso, quello svolto dai tecnici e dirigenti del Comune, che ha prodotto un vero e proprio rendiconto di quanto è stato fatto dall’Amministrazione Giorgiano.

Si comincia con l’identità distintiva, la parte del documento in cui vengono analizzate le caratteristiche demografiche della comunità e il modo in cui esse si sono modificate nel corso degli anni: da questo punto di vista il dato più significativo è che dal 2007 ad oggi i sangiorgesi sono più “vecchi”. Pagano però meno tasse. Il bilancio della politica tariffaria, infatti, è decisamente positivo: nonostante il periodo di crisi e con un’efficace lotta all’evasione fiscale, l’Amministrazione Giorgiano è riuscita ad abbassare l’Irpef del 12,5%. Poi si passa all’analisi dei singoli “ingranaggi” della macchina amministrativa comunale e anche da questo punto di vista il bilancio è positivo perché in cinque anni il Comune di San Giorgio a Cremano ha fatto passi da gigante in tema di gestione del personale e organizzazione del lavoro. Lo stesso dicasi per le articolazioni politiche dell’ente: Consiglio Comunale e Giunta hanno lavorato a pieno ritmo producendo oltre 2mila delibere. Quanto alle partecipazioni dell’Ente in società miste, dopo la liquidazione di Mita e Città Solidali, grazie alle quali l’amministrazione Giorgiano è riuscita a mettere i conti in ordine salvaguardando i posti di lavoro, attualmente il Comune detiene solo piccoli pacchetti azionari in Tess-Costa del Vesuvio (0,57%) e Stoà (0,64%).

E’ nel campo dell’igiene pubblica e delle politiche ambientali che si riscontrano i successi maggiori: in meno di 5 anni, infatti, la raccolta differenziata è passata a San Giorgio a Cremano dal 3,2% al 64,5%. Buoni risultati anche nel campo delle innovazioni tecnologiche: quasi tutta la città è raggiunta dal Wi-fi, sono stati introdotti servizi “hi-tech” come il timbro digitale, l’albo pretorio online e il pagamento dei tributi attraverso il circuito Lottomatica. A pieno regime anche la comunicazione istituzionale, con un giornale e una trasmissione televisiva a informare periodicamente e gratuitamente sul lavoro svolto dall’amministrazione, e la promozione della cultura con villa Bruno a fare da epicentro per la vita culturale e artistica dell’intero Vesuviano. Confortanti i dati sulla sicurezza con un calo significativo dei reati e l’installazione in tutta la città di videocamere di sorveglianza. Tanti progetti anche nel campo delle politiche sociali: aiuti alle famiglie, agli anziani, ai giovani e ai disabili per fare la spesa, comprare i libri, pagare l’affitto, usare i mezzi pubblici e andare in vacanza. Senza contare l’enorme lavoro svolto per rifare il look alle strade, alle ville storiche e ai parchi della città: da questo punto di vista, emblematico è il recupero del parco di villa Vannucchi e l’affidamento del corpo di fabbrica all’università telematica Pegaso, la cui presenza a San Giorgio a Cremano porterà sviluppo su tutto il territorio comunale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©