Provincia / San Giorgio

Commenta Stampa

In piazza Massimo Troisi una serata per 4 Sì ai Referendum


In piazza Massimo Troisi una serata per 4 Sì ai Referendum
10/06/2011, 10:06

Il “Comitato per i 4 Sì al Referendum” di San Giorgio a Cremano ha presentato, nel corso di un evento tenuto in villa Vannucchi, un documento che chiede alla città di andare a votare il 12 ed il 13 giugno, esprimendo quattro sì ed il programma di una “serata per il voto”, che si terrà domani, 10 giugno, dalle 19 in piazza Troisi, con musica, animazione e dibattiti.

Ecco il testo dell’appello:

“Oltre le vicende giuridiche ed organizzative relative al referendum sul nucleare, generate dalla strenua volontà del governo di opporsi alla celebrazione di questo referendum, appare sempre più evidente che la consultazione del prossimo 12 e 13 giugno diventa per l’elettorato popolare una occasione da non sprecare.

Nel Paese sta crescendo un clima di interesse intorno a questi referendum, in particolare sui due riguardanti la gestione pubblica dell’acqua e su quello inerente il futuro del nucleare civile in Italia. La differenza fondamentale tra questi referendum e quelli svolti negli ultimi quattordici anni, tutti puntualmente falliti a causa del mancato raggiungimento del quorum, consiste nel fatto che i temi per cui si andrà a votare risultano facilmente comprensibili da tutti i cittadini. Gli italiani saranno chiamati ad esprimersi in modo chiaro, con un sì o con un no, su problemi che hanno a che fare con il futuro dei singoli e della nazione, come l’acqua e il nucleare o con l’uguaglianza dei cittadini davanti alla legge, come il quesito sul legittimo impedimento.

Inoltre, questa scadenza referendaria si inserisce a ridosso di una tornata elettorale amministrativa come quella dello scorso maggio, nella quale è emersa una forte domanda di cambiamento, per l’incapacità dimostrata da questo governo, e dalla politica nel suo insieme, a far fronte al peggioramento delle condizioni economiche e sociali delle famiglie, dei ceti intermedi e lavoratori.

Cambiare è necessario. Fermare i ladri di futuro è necessario. Per questi motivi, i firmatari del presente documento chiedono ai cittadini di San Giorgio a Cremano di andare a votare il 12 e il 13 giugno prossimi, esprimendo quattro sì a favore dell’ambiente, dell’acqua pubblica, della legalità.”

Hanno firmato il documento: il sindaco Mimmo Giorgiano, il presidente del Consiglio Comunale Ciro Sarno, il vicesindaco Giorgio Zinno, i rappresentanti di Pd, Sel, Pdci, Prc, Idv, Movimento 5 Stelle, Verdi, Forum Democratico, Auser, Comitato Fermiamo il Nucleare, Comitato Referendario per l’Acqua Pubblica

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©