Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

A Torre del Greco. Corsi gratuiti per 20 cadetti

Inaugurata la sede campana dell'Accademia della Marina Mercantile


.

Inaugurata la sede campana dell'Accademia della Marina Mercantile
16/03/2010, 13:03

TORRE DEL GRECO – Economia di livello, alta formazione dei mestieri del mare e sbocchi occupazionali. Tutto questo è l’Accademia Italiana della Marina Mercantile, che nella giornata odierna ha inaugurato la sua personale sede della città di Torre del Greco. La seconda in Italia, dopo quella di Genova; la prima nel meridione, segno di come il baricentro dell’economia marittima si sposti, finalmente, più a sud. Alla presenza del presidente dell’Accademia, Eugenio Massolo, del presidente Confitarma, Nicola Coccia, e del primo cittadino torrese, Ciro Borriello, questa mattina la sede corallina dell’ “Accademia del Mare” è stata presentata nella sala conferenze del Circolo Nautico  di Torre del Greco. Applausi e consensi, per un’iniziativa che di certo rilancerà il mercato torrese.
“L’Accademia Italiana della Marina Mercantile è una realtà che i nostri prestigiosissimi armatori da anni giustamente invocavano – afferma il primo cittadino Borriello – e che avrà una positiva ricaduta sia sotto il profilo imprenditoriale e occupazionale che infrastrutturale e sociale”. Gli armatori, appunto, che tanto hanno lavorato per un centro di formazione nella città marinara, e rappresentano ad oggi i principali finanziatori del primo anno di corsi. “Corsi che avranno come sede – continua il sindaco – i Molini Meridionali Marzoli, area che nelle nostre intenzioni è da destinare alla  costruzione della cittadella del Mare”.
La sede torrese ospiterà per l’anno 2010 circa venti cadetti, provenienti non solo dalla Campania, ma anche da Puglia e Liguria. “Questo tende a dimostrare – precisa il presidente dell’Accademia Italiana della Marina Mercantile, Eugenio Massolo – che Torre del Greco diventa da oggi un punto di riferimento per l’intera Italia marittima, e, in un’ottica più precisa, per tutta l’area meridionale. I cadetti svolgeranno un corso qualificato della durata di due anni, comprensivi di quattro mesi pratici a bordo di una nave, e a titolo completamente gratuito. Al termine del corso, ognuno di loro sarà singolarmente integrato in una società tra quelle sponsorizzanti il progetto”.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©