Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Continua annata nera per trasporti marittimi nel Golfo

Incendio sul pontile degli aliscafi del porto d’Ischia

Intervento dei tecnici della regine che stavano saldando

Incendio sul pontile degli aliscafi del porto d’Ischia
12/06/2012, 11:06

Continua l’annata nera per i trasporti marittimi nel Golfo di Napoli. Come se non bastassero i guasti ai mezzi veloci della Caremar, l’aumento del costo del biglietto e le corse soppresse, in queste ore si è sviluppato un nuovo incendio presso il pontile degli aliscafi del porto d’Ischia, detto di “Italia 90” per essere stato realizzato in concomitanza del mondiale disputatosi nel nostro Paese. Il fuoco questa volta non si è sviluppato a causa di un mozzicone di sigaretta gettato tra le griglie ballerine del pontile ma, udite, udite, nel corso di una riparazione della pavimentazione in alluminio che caratterizza gran parte del calpestio dello scalo ischitano. Infatti nel mentre gli operai della Regione erano intenti a saldare alcune placche di alluminio, il legno sottostante è andato a fuoco. Intervenuti i Vigili del Fuoco e i responsabili della Capitaneria di Porto, parte del pontile è stato interdetto. Bisogna sottolineare con forza che a causa dell’incuria da parte delle Istituzioni competenti, regione Campania in testa, il pontile che serve gli aliscafi è divenuto pericoloso e inadeguato all’attracco dei mezzi veloci. Il legno che compone il grosso della struttura galleggiante è completamente fradicio e fa davvero impressione vedere come sia stata collocata una trave a sostegno delle cupole di coperture sotto le quali quotidianamente transitano migliaia e migliaia di utenti del mare turisti e residenti: assurdo!!! Cosa si aspetta a sostituire ad horas e finalmente dopo anni di strumentali proclami una struttura fatiscente e pericolosa? Cosa si aspetta per farlo, che crolli prima? Ma sullo scalo ischitano l’assurda fatiscenza fa il paio con il degrado che caratterizza l’intero pontile con in bella mostra rifiuti di ogni genere, cibo e cartoni che quotidianamente danno ai turisti il “benvenuto” a Ischia. Responsabili politici e istituzionali del vergognoso degrado del pontile di Ischia e dei pericoli conseguenti, sono il Governo della regione Campania guidato dall’Onorevole Stefano Caldoro e la sua Giunta. Ma anche i leader isolani del Partito della Libertà e del Partito Democratico che sino ad oggi non solo non hanno preteso e ottenuto la sostituzione del pontile obsoleto ma che continuano a permettere l’accoglienza dei turisti nel degrado più ripugnante. Vero Onorevole Domenico De Siano??? Vero Sindaco di

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©