Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Accuse ai politici: "Basta solidarietà, ora fatti concreti"

Indesit, sit-in dei lavoratori allo stabilimento di Teverola

Mercoledì faccia a faccia tra ministro Zanonato e azienda

.

Indesit, sit-in dei lavoratori allo stabilimento di Teverola
29/06/2013, 10:02

TEVEROLA - Ieri un sit-in dei lavoratori dei due stabilimenti di Teverola e Carinaro, mercoledì prossimo, invece, un tavolo di confronto tra i vertici aziendali da un lato ed i rappresentanti del Governo, delle Regioni Marche e Campania e delle sigle sindacali dall’altro. La vertenza Indesit continua, dunque, a tenere banco. Anche perché l’amministratore delegato di Indesit, Marco Milani, ha ribadito al ministro per lo Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, l’intenzione di andare avanti con il piano che prevede 1.450 esuberi in Italia, di cui 540 nel Casertano. Da qui la protesta, negli stabilimenti casertani, dei dipendenti che hanno impedito l’accesso anche ad un gruppo di circa 150 colleghi di lavoro, richiamati per recuperi produttivi, nonostante nella giornata di ieri fosse prevista la cassa integrazione per tutti i 930 lavoratori del sito; è stato consentito l’accesso solo ed unicamente al direttore dello stabilimento. “Siamo pronti ad alzare il livello della protesta” assicura Antonietta Cerullo, delegata aziendale della Uilm. Che aggiunge: “Lunedì avremo un’importante riunione dei direttivi di tutti i sindacati di categoria nello stabilimento di Teverola, poi decideremo come muoverci; ma la nostra pazienza sta finendo”. “Siamo stanchi di ricevere la solidarietà dei parlamentari, dei consiglieri regionali, dei sindaci, che vengono qui a fare passerella ma, poi, di concreto non fanno nulla” tuona, dal canto suo, Vincenzo Spirito, delegato rsu della Fim-Cisl. Michele Aversano, delegato Fiom-Cgil, si dice invece deluso dall’atteggiamento di azienda e Governo. “Non ci aspettavamo - ammette - che i vertici aziendali proseguissero nel loro intento di tagliare i costi, a prescindere da ogni altra considerazione. Il Governo, – ragiona Aversano – a questo punto, non può più star fermo”. Nel frattempo, il piano Indesit approda ad un tavolo di trattativa nazionale. L’appuntamento, come si diceva, è per mercoledì al Ministero per lo Sviluppo Economico.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©