Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Interrogazione Palmieri su assunzione dirigenti in Comune


Interrogazione Palmieri su assunzione dirigenti in Comune
15/02/2011, 17:02

Il capogruppo del Nuovo Psi del Consiglio comunale di Napoli, Domenico Palmieri, ha depositato oggi un’interrogazione urgente rivolta al sindaco di Napoli e all’assessore al Personale del Comune di Napoli, per sapere le ragioni per le quali, malgrado il Tar, il Consiglio di Stato e la Cassazione, quest’ultima nel 2008, avessero stabilito, che il Comune di Napoli non avrebbe potuto ammettere ai ruoli di dirigente più di cinque dipendenti, tra quanti avevano superato un concorso interno bandito nel ’95, la stessa non ha esitato, successivamente e a più riprese, ad assumerne fino a quindici.

Nel documento, l’esponente del Nuovo Psi chiede di sapere se non si sia valutato il rischio di un vizio di illegittimità degli atti emanati dai dieci dirigenti assunti in violazione delle prescrizioni della giustizia amministrativa e quali iniziative si intendono assumere a tutela dell’amministrazione e di quanti, per le ragioni rimarcate dai tribunali amministrativi, possono nutrire interessi legittimi.

“La vicenda che ho avuto modo di denunciare nei giorni scorsi – ha spiegato Palmieri – ha dell’inverosimile perché l’amministrazione comunale, che non so se tacciare di negligenza o altro, non ha sentito il dovere di correre ai ripari neppure dopo una sentenza passata in giudicato. E non è un caso che nell’interrogazione chiedo di sapere se gli atti prodotti dai dirigenti assunti in violazione delle sentenze di primo, secondo e terzo grado, siano impugnabili”.

“Certo è che non può non stupire - conclude Palmieri – una condotta così indifferente dell’amministrazione non solo verso quanti hanno ritenuto di dover ricorrere alla giustizia amministrativa ma anche nei confronti di quella stesso principio di giustizia di cui, anche da Palazzo San Giacomo, si invoca tutti i giorni il nome”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©