Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Ischia Film Festival, dichiarazione dell'Ass. Miraglia

"Importante attrattore culturale"

Ischia Film Festival, dichiarazione dell'Ass. Miraglia
11/06/2013, 15:35

ISCHIA - E’ stata presentata oggi a palazzo Santa Lucia, alla presenza dell’assessore alla Cultura Caterina Miraglia, l’undicesima edizione dell’Ischia Film Festival, in programma dal 29 giugno al 6 luglio prossimi al Castello Aragonese d’Ischia.

 

Il direttore artistico Michelangelo Messina ha confermato la presenza di nomi della cinematografia nazionale ed europea. In particolare, il presidente onorario dell’edizione 2013 sarà Vittorio Storaro, tre volte premio oscar per la fotografia cinematografica. A far da madrina,  l’attrice albanese Luli Bitri, che ha debuttato nel cinema italiano come protagonista di “Dimmi che destino avrò” di Peter Marcias. Il regista francese Benoît Jacquot ritirerà l’Ischia Film Award  mentre all’attore Jean Sorel sarà assegnato il premio alla carriera. Uno speciale Focus vedrà protagonisti i film del Nord Europa grazie alla collaborazione con il Nordische Filmtage Lubeck.

 

Mostre, tra cui “Cleopatra ad Ischia, 1963 – 2013”, realizzata in occasione del cinquantenario del film “Cleopatra” di Joseph L. Mankiewicz, con la proiezione del kolossal nella versione restaurata presentata a Cannes e concessa dalla 20th Century Fox; convegno internazionale sul cineturismo; incontri  “Parliamo di cinema” condotti dai giornalisti Maria Stella Taccone e Boris Sollazzo con Sean Kanan, Giorgia Farina, Costanza Quatriglio, Francesco Patierno, Roland Sejko, Andrea Papini, Angelo Cretella, Pippo Mezzapesa, Aureliano Amadei, Enrico Lo Verso, Renzo Martinelli, Fabrizia Sacchi,  Leonardo Di Costanzo e molti altri autori.

 

In concorso, 25 opere selezionate sulle 90 opere provenienti da oltre 15 paesi del mondo.

 

"L'Assessorato – ha detto Caterina Miraglia -  è sempre attento al binomio che lega la cultura al turismo e quindi particolarmente vicino a questo evento che attraverso un prestigioso programma si attesta quale uno degli attrattori culturali che fanno da volano di crescita e di sviluppo per tutto il territorio regionale.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©