Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Ischia, La strada “Borbonica” tra incurie e dissesto


.

Ischia, La strada “Borbonica”  tra incurie e dissesto
08/06/2012, 13:06

La “Borbonica” è la strada che collega la zona collinare di Forio e Lacco Ameno, due dei sei comuni dell’isola d’Ischia. E’ una strada quotidianamente frequentatissima da migliaia e migliaia di automobilisti e pedoni residenti e turisti. In modo particolare amano percorrerla a piedi i graditi ospiti dell’isola Verde, soprattutto gli stranieri, che attraverso questa importante arteria stradale raggiungono caratteristiche e suggestive colline da dove è possibile godere di un panorama a dir poco mozzafiato. Purtroppo, però, i pedoni spesso sono costretti a dover camminare tra le auto in corsa visto che per decine e decine di metri i marciapiedi sono praticamente inutilizzabili in quanto dissestati e ricoperti di erbacce: che vergogna!!!! Le erbacce fitte e spesso alte più di un metro, nascondono sul selciato rifiuti di ogni genere che vanno dalle lattine di alluminio ad oggetti di plastica e legno sino alle bottiglie di vetro spesso rotte e le cui schegge risultano pericolosissime per l’incolumità dei pedoni in special modo nel periodo estivo quando si preferisce camminare calzando ciabatte ed infradito. Sui marciapiedi della Borbonica, lato Forio, naturalmente non mancano neppure i sacchetti della mondezza in bella mostra ma da queste parti ormai nessuno sembra più farci caso. Infatti nel comune di Forio sono ormai circa venti anni che l’inadeguata gestione della raccolta dei rifiuti fa si che le strade spesso siano inondate di sacchetti maleodoranti che non vengono prelevati: assurdo! Ma se per quanto concerne le buste di immondizia in bella mostra responsabile è l’Amministrazione comunale di Forio targata Franco Regine, per quanto riguarda invece l’abbandono dei marciapiedi dissestati e ricoperti di erbacce, la responsabilità ricade totalmente sull’Amministrazione della Provincia di Napoli guidata da Luigi Cesaro che da anni non si degna di mettere in essere neppure un intervento di ordinaria manutenzione. E pensare che l’isola d’Ischia è direttamente presente nell’assise provinciale con ben due consiglieri. L’albergatore Domenico De Siano che siede tra i banchi della maggioranza del PDL e il suo amico e alleato politico del Partito Democratico l’albergatore Giosi Ferrandino, sindaco di Ischia e leader del PD isolano che siede tra i banchi della cosiddetta “minoranza” e che proprio con De Siano nei mesi scorsi ha dato vita all’alleanza PD-PDL, un’alleanza di potere che serviva e serve solo a meglio difendere gli interessi delle lobby economiche isolane e a trascurare il popolo e il territorio ischitano come dimostra anche il degrado presente in via Borbonica. E pensare che i sopra citati politici isolani, purtroppo sostenuti dagli elettori nelle competizioni elettorali degli ultimi anni, danno l’impressione di credersi amministratori all’altezza di governare un’isola turistica come Ischia. Peccato che non siano capaci neppure di far rimuovere le erbacce dai marciapiedi delle nostre strade liberandole, così, dal degrado e dai pericoli!


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©