Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Ischia, ragazzo si uccide: Codacons, è emergenza

Esposto in Procura per istigazione al suicidio

Ischia, ragazzo si uccide: Codacons, è emergenza
04/07/2013, 13:45

ISCHIA - L’episodio di Ischia, dove un 19enne si è tolto la vita dopo aver perso tutti i propri soldi al gioco, è per il Codacons solo l’ultima prova dell’emergenza ludopatia scoppiata in Italia.

“Oramai il rischio di sviluppare forme di dipendenza dal gioco si è estesa anche ai più giovani, una dipendenza ancor più pericolosa perché si sviluppa dentro casa, giocando e perdendo soldi davanti ad un pc utilizzando internet – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Si tratta di una vera e propria emergenza sociale, che va contrastata adottando misure atte a difendere i giovani dalle ludopatie, ed impedire che si avvicinino al gioco d’azzardo”.

Il Codacons annuncia inoltre un esposto alla Procura della Repubblica di Napoli, per chiedere l’avvio di indagini sul caso della morte del 19enne di Ischia, allo scopo di accertare eventuali responsabilità di soggetti terzi alla luce dell’ipotesi dell’istigazione al suicidio.

Già lo scorso maggio l’associazione, a tutela dei cittadini e contro le dipendenze da gioco, ha presentato una denuncia alla Procura e alla GdF di Napoli chiedendo di aprire una indagine sulla sale VLT (Videolottery) presenti in Campania, volta ad accertare l’eventuale sussistenza di fattispecie penalmente rilevanti quali il gioco d’azzardo, riciclaggio, estorsione, e di valutare, laddove necessario, il sequestro delle sale presenti sul territorio regionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©