Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Ischia, Savio: "La sopraelevata sempre più pericolosa"


Ischia, Savio: 'La sopraelevata sempre più pericolosa'
18/04/2012, 09:04

"La sopraelevata, la strada a scorrimento veloce che dal porto di Ischia conduce a Barano e nel cuore dello stesso Comune capoluogo evitando il centro storico, rappresenta l'arteria stradale più pericolosa dell'intera isola Verde e i tanti incidenti mortali verificatisi negli anni, le hanno fatto guadagnare l'appellativo di "strada della morte". Una strada pericolosissima soprattutto nelle ore serali e notturne perché completamente buia a causa dell'assurda mancanza, da sempre, dell'impianto di pubblica illuminazione. E proprio la pericolosità della sopraelevata ischitana, nei decenni è stata oggetto di assurde strumentalizzazioni elettorali proferite da innumerevoli candidati che pur di prendere voti promettevano il loro impegno nella messa in sicurezza della "strada della morte". L'ultima promessa elettorale in tal senso, risale alle scorse elezioni provinciali tenutesi il lontano 6 e 7 giugno del 2009 quando Giuseppe Ferrandino e Domenico De Siano, il primo candidato col cosiddetto centrosinistra e il secondo col reazionario centrodestra, garantirono il medesimo impegno. Giuseppe Ferrandino in uno spot elettorale, mostrando una strada buia, faceva apparire la scritta "strade pericolose". Domenico De Siano, invece, alla sopraelevata di Ischia ha persino dedicato un intero spot nel quale, a un centauro che "sognava" una strada meno pericolosa, assicurava: "Se conto io, conti anche tu". Ma dopo quasi tre anni De Siano, dirigente del PDL, ha dimostrato di non contare assolutamente nulla nelle Istituzioni dove viene eletto visto che niente è riuscito a fare per risolvere le molteplici problematiche che attanagliano gli isolani. Lo stesso dicasi per Giosi Ferrandino del PD, sindaco uscente del Comune di Ischia e Consigliere provinciale che già anni fa, assieme ai suoi, aveva promesso la messa in sicurezza della sopraelevata sulla quale regna ancora il buio pesto. E così in questi anni De Siano e Ferrandino anziché adoperarsi per risolvere i problemi del Paese e illuminare finalmente la sopraelevata di Ischia, hanno pensato a come dividersi meglio la torta del potere elaborando la fusione tra il PD e il PDL. E ora entrambi sono candidati e si sostengono a vicenda. De Siano, attuale Consigliere provinciale e regionale, è candidato alla carica di Consigliere comunale di Lacco Ameno mentre Giosi Ferrandino cerca la riconferma come sindaco di Ischia. Ambedue, quindi, stanno nuovamente chiedendo il voto agli elettori ischitani fingendo di aver dimenticato le promesse da marinaio fatte nel corso della passata campagna elettorale per prendere voti. E nel mentre ancora una volta sono alla ricerca di consenso elettorale e potere da gestire nell’esclusivo interesse della casta isolana e delle potenti lobby economiche locali, la sopraelevata diventa sempre più pericolosa per gli automobilisti, i centauri e i pedoni che quotidianamente la percorrono: che vergogna!!! Se ne ricordino gli elettori il prossimo 6 e 7 maggio quando saranno chiamati alle urne per le amministrative…". Così Gennaro Savio, Candidato col PCIML alla carica di Consigliere comunale di Ischia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©