Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Isola ecologia con raccolta a punti, Il primo obiettivo di Gabriele Piatto


Isola ecologia con raccolta a punti, Il primo obiettivo di Gabriele Piatto
09/04/2011, 11:04

Frignano - Rifiuti, quale soluzione? Gabriele Piatto, candidato sindaco della lista ‘Orgoglio civico Frignano’ alle prossime amministrative del 15 e 16 maggio, ha già un piano di azione pronto. “Una delle prime iniziative che andremo a porre in essere sarà la realizzazione di un’isola ecologica – annuncia Piatto – per porre fine all’abbandono indiscriminato di materiali plastici e di altra natura oggetto, tra l’altro, di continui incendi”.

Il candidato sindaco di ‘Orgoglio Civico Frignano’ spiega anche come sarà organizzata l’isola ecologica. “Ogni cittadino – afferma - sarà dotato di una eco-card, ovvero un tesserino personale con codice a barre identificante l’utente con il quale si potrà accedere all’Isola Ecologica per il conferimento dei rifiuti da valorizzare e da smaltire. Una volta giunto nel sito l’operatore dotato di apposito lettore attraverso il codice a barre sulla eco card ‘identifica’ chi sta conferendo il rifiuto. I rifiuti negli appositi sacchi verranno posti sulla bilancia per rilevarne il peso. L’operatore leggerà su una legenda il codice a barre corrispondente al tipo di rifiuto pesato (ad esempio alluminio, plastica, carta, ecc. ecc.). Tutti i dati rilevati, utenza che conferisce, tipo e quantità dei rifiuti conferiti, vengono trasmessi all’unità centrale di elaborazione”.

L’idea fondamentale del progetto è quella di poter raggiungere una elevata incidenza della quantità di rifiuti differenziati grazie alla collaborazione degli utenti.

Il progetto introduce il concetto di raccolta punti, che costituisce una predisposizione dell’intero sistema ad un futuro passaggio alla T.I.A..

“Conferendo i rifiuti differenziati presso l’isola ecologica – spiega Piatto - gli utenti otterranno il riconoscimento di un punteggio in base alla quantità ed alla qualità conferite. A rifiuti più “pregiati” verrà riconosciuto un punteggio più elevato. I punti guadagnati consentiranno alle famiglie coinvolte un risparmio sulla TARSU. L’incremento della raccolta differenziata – aggiunge in conclusione Piatto - determina un risparmio sui costi di smaltimento che potrà innescare un meccanismo virtuoso in base al quale, all’aumentare della percentuale di raccolta differenziata aumenteranno i risparmi da parte dell’amministrazione e conseguentemente quelli da parte dei cittadini”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©