Provincia / Salerno

Commenta Stampa

La Biblioteca Provinciale di Salerno presenta cataloghi di pittori salernitani


La Biblioteca Provinciale di Salerno presenta cataloghi di pittori salernitani
11/01/2012, 12:01

La Biblioteca Provinciale di Salerno, la più antica Biblioteca Provinciale d’Italia, continua il suo percorso, concretizzatosi nel corso degli anni con la pubblicazione di numerosissime opere di pregio che hanno fatto conoscere ad una platea sempre più vasta il considerevole patrimonio bibliografico. Quest’anno l’azione culturale dell’Istituto si è indirizzato verso il mondo artistico salernitano, presentando al pubblico i cataloghi a stampa di importanti pittori.
La provincia di Salerno ha prodotto nel secondo Novecento personalità di grande rilievo nel campo artistico, pittori scultori, ceramisti, la cui attività è attestata anche da cataloghi, depliant e opuscoli. Molto spesso queste testimonianze sono custodite solo da pochi, gli stessi artisti o i collezionisti e col tempo possono andare disperse e dimenticate, col rischio di perdere traccia di una documentazione fondamentale per la comprensione del territorio e della vita culturale della città.
La Biblioteca Provinciale ha fortemente avvertito la necessità di raccogliere, custodire e promuovere questo prezioso patrimonio, condividendo tale esigenza con importanti personalità del mondo artistico salernitano - Mario Carotenuto, Pietro Falivena, Franco Longo, Ugo Marano, Franco Massanova, Dino Vincenzo Patroni, Antonio Petti, Virginio Quarta, Paolo Signorino ed altri che si aggiungeranno – che hanno donato all'Istituto cataloghi, brochure e opuscoli ed hanno offerto così alle future generazioni un'occasione di studio e di approfondimento della vita artistica e culturale di Salerno dal '45 ad oggi.
Sulla home page della Biblioteca Provinciale di Salerno - www.bibliotecaprovincialedisalerno.com - il pubblico potrà visitare la nuova rassegna culturale dal titolo Pittori in biblioteca, dedicata questo mese al Maestro Mario Carotenuto, nella quale sono riportati tutti i cataloghi e gli opuscoli posseduti dalla Biblioteca, che hanno scandito la sua lunga e brillante carriera artistica.
L’iniziativa avrà come prossimo “protagonista” Paolo Signorino, pittore che ha espresso nella sua intensa “avventura” artistica l’anima più vera del territorio salernitano ed in modo particolare della Costa d’Amalfi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©