Provincia / Caserta

Commenta Stampa

La presentazione mercoledì alla biblioteca di Caserta

La cronaca dei drammi quotidiani della Palestina in un libro

Attraverso i reportage del giornalista Michele Giorgio

La cronaca dei drammi quotidiani della Palestina in un libro
16/10/2012, 14:36

CASERTA - La cronaca dei drammi quotidiani in Palestina al centro del libro ‘Nel Baratro, i Palestinesi, l’occupazione israeliana, il Muro, il sequestro Arrigoni’ del giornalista casertano Michele Giorgio, che sarà presentato mercoledì 17 ottobre alle ore 17,30 nei locali della biblioteca comunale ‘Alfonso Ruggiero’ di via Laviano a Caserta. Con l’autore anche l’arabista Rino Cipriano e i giornalisti Franco Tontoli e Daniela Volpecina. Michele Giorgio, da anni corrispondente dal Medio Oriente per il quotidiano Il Manifesto e direttore dell’agenzia di stampa Nena News (Near East News Agency - Agenzia Stampa Vicino Oriente), con i suoi articoli, rompe il silenzio crescente intorno ad un popolo che cerca l’indipendenza. Un’accurata selezione delle cronache, interviste, analisi e reportage restituisce in questo libro un’unica storia che va dal 2000 al 2012. Pur seguendo un criterio principalmente cronologico, il testo riesce a cogliere prospettive analitiche, spesso taciute, in merito al conflitto israelo-palestinese, non esclusivamente ideologico, ma ancor più politico, economico e sociale. E nel loro procedere, gli articoli conferiscono ad una realtà percepita spesso come molto lontana una connotazione dì quotidianità e concretezza. Dalla “passeggiata” di Ariel Sharon sulla spianata delle moschee di Gerusalemme, che sprigionò la scintilla della seconda Intifada nel 2000, alla rioccupazione israeliana delle città autonome palestinesi; dalla condanna all’ergastolo del “comandante dell’Intifada” Marwan Barghouti alla malattia “misteriosa” che nel 2004 uccise Yasser Arafat; dall’ascesa di Hamas all’offensiva “Piombo fuso”. Fino al terribile e assurdo assassinio di Vittorio Arrigoni. L’evento, promosso dall’associazione Macchina da Presa con il contributo di Liberalibri, FUCI, Casa delle Associazioni di Caserta e OfCA.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©