Provincia / Salerno

Commenta Stampa

La finanza diventa sociale. Giffoni Valle Piana primo Comune campano


La finanza diventa sociale. Giffoni Valle Piana primo Comune campano
22/05/2012, 12:05

Apre mercoledì lo sportello di Finanza Sociale, presentato nei giorni scorsi alla collettività dal Sindaco di Giffoni Valle Piana, Paolo Russomando. Il nuovo servizio sarà attivo un giorno alla settimana – appunto il mercoledì – presso la sede dell’Azienda del Cittadino, dalle 9:00 alle 13:00.



Lo sportello offrirà ai cittadini una consulenza gratuita in materia di accesso al credito e sarà gestito in collaborazione con il Comune dai professionisti di Business & Finance Consulting. I cittadini avranno a disposizione un consulente finanziario al quale potranno esporre le loro necessità e avere come prima risposta un’analisi puntuale della loro situazione finanziaria attuale.



La finalità di questo servizio è quella di rendere il credito di facile accesso a chiunque ne abbia bisogno, per necessità o anche per realizzare un’opportunità. In un momento come quello che l’economia sta attraversando oggi, i cittadini hanno sempre più bisogno di trovare interlocutori qualificati e pronti ad accogliere le loro richieste.



Il Comune di Giffoni, lungimirante e attento alle esigenze dei propri cittadini, ha accolto questa esigenza e ha offerto risposte concrete. E’ il primo Comune campano autore di questa iniziativa, promossa allo scopo di supportare famiglie e imprese che hanno problemi di liquidità e di incentivare le iniziative imprenditoriali di giovani volenterosi con idee valide e volontà imprenditoriale. Ha offerto alla propria cittadinanza l’esperienza di professionisti che conoscono le logiche del mondo bancario e finanziario, e le sanno tradurre a vantaggio delle esigenze dei singoli.



Come Wolfango Siani, amministratore di Business & Finance Consulting, ha più volte ribadito nel presentare il servizio, chiunque si rivolgerà allo sportello sarà ascoltato e supportato. Nel pieno rispetto della sua difficoltà, il cittadino sarà guidato in un processo di comprensione delle opportunità offerte perché lui stesso possa scegliere quella a lui più consona. Troverà nel consulente un amico, una persona che lo ascolta con la volontà di chi deve comprendere a fondo le problematiche altrui, ma ha allo stesso tempo l’esperienza che gli consente di poter proporre strumenti nuovi in grado di superarle.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©