Provincia / Acerra

Commenta Stampa

La “giornata ecologica” del Comune di Acerra

Dedicata alla pulizia delle strade di campagna

La “giornata ecologica” del Comune di Acerra
05/07/2013, 15:53

ACERRA - Si svolgerà domenica 14 luglio 2013 la “giornata ecologica” del Comune dedicata alla pulizia delle strade di campagna e delle strade interpoderali comunali a servizio degli agricoltori. Sempre sul tema della difesa ambientale, si informa che i mezzi del Comune di Acerra sono in attività nella zona P.I.P. per l’attività di prevenzione, controllo e rimozione dei rifiuti e delle sterpaglie con la finalità di scardinare e prevenire il fenomeno dei roghi tossici.

Dopo il successo della “domenica verde” del 30 giugno scorso, con centinaia di persone in bici verso le riscoperte Sorgenti del Riullo, il Comune di Acerra è a lavoro per realizzare una nuova manifestazione ambientale in collaborazione con tutti gli agricoltori del territorio acerrano per la pulizia delle strade interpoderali. Accogliendo le istanze di numerosi cittadini, infatti, si procederà il giorno 14 luglio con una pulizia straordinaria anche su quelle strade di campagna che quotidianamente vengono percorse dagli agricoltori acerrani per raggiungere le proprie terre. Questi ultimi, sempre molto sensibili alla tutela e controllo del territorio, hanno deciso di organizzare una serie di attività in tal senso, tra queste iniziative si inserisce anche quella in programma per domenica 14 luglio.  Mercoledì 3 luglio, presso il Comune di Acerra, si è svolta una riunione organizzativa con gli agricoltori interessati al progetto che nasce dalla constatazione della presenza di rifiuti lungo le strade di campagna, tutte intorno al centro abitato.

Il Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, e l’Assessore all’ambiente, Vincenzo Angelico, con questa iniziativa intendono incrementare la spinta propulsiva che deve partire dal basso, ed invogliare gli agricoltori ad essere il primo presidio ambientale in quanto presenti sul territorio quotidianamente e portatori di interesse quale il mantenimento in maniera decorosa dei fondi agricoli, utilizzando anche l’arma della denuncia contro tutti questi fenomeni che minacciano l’ambiente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©