Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Ricco il calendario di eventi dell'associazione "Elios"

"L'Africa in...Testa", al via la kermesse a Pozzuoli

Il ricavato dello spettacolo sarà devoluto ai bimbi africani

'L'Africa in...Testa', al via la kermesse a Pozzuoli
23/02/2011, 10:02

POZZUOLI (NA) - Prosegue, senza alcuna battuta d’arresto, il calendario di iniziative e manifestazioni solidali messe in campo dall’associazione culturale e sociale “Elios” di Pozzuoli, che da tempo opera sul territorio per sostenere, mediante il completamento di una scuola, un percorso di formazione ai bambini di Shalom Care House. Un territorio martoriato da povertà, disservizi e precarie condizioni igienico-sanitarie. E’ stato così messo in calendario, per le giornate di giovedì 24 e venerdì 25 febbraio, lo spettacolo di canzoni e cabaret “L’Africa in…Testa”; un appuntamento, a scopo benefico, ideato dal sodalizio puteolano e caratterizzato dalla partecipazione di Franco Testa, ovvero uno dei missionari che più volte si è recato in Mwanza/ Tanzania per conoscere i piccoli destinatari del progetto e vedere il luogo in cui sarà realizzato l’istituto scolastico. La kermesse, targata solidarietà, vedrà esibire sul palco del teatro della parrocchia S. Artema di Monterusciello una serie di volti noti del mondo della musica: Valerio Pascolo, Alessandro Pascolo, Antonio Boccia, Costantino Artiaco. Inoltre, è prevista la partecipazione di Floriana Cangiano, Franco Barletta e Sara Grieco.
“Credo che la musica sia una componente importante della nostra vita; attraverso l’ascolto di un brano riusciamo ad emozionarci, il corpo è percorso interamente da vibrazioni. Una canzone abbinata alla scena di un film riesce a regalarci sensazioni spesso indescrivibili e ti ritrovi assalito da una forte commozione, questa è la magia della musica. I villaggi che ho visitato in Africa durante il mio viaggio, tradotti in musica, sono un insieme di note pronte a formare una melodia sottile che si nasconde nell’aria. Se rimani in silenzio, in disparte, sotto un albero dove la natura regala frutti che solo una terra come l’Africa sa regalare succosi e pieni di zuccheri, lì ascolterai l’insieme delle note che ti regaleranno la stessa magia della musica” rende noto Franco Testa, fautore dell’appuntamento rivolto a coloro che non hanno perso il “gusto” di donare.
L’iniziativa si inserisce in una serie di attività e manifestazioni già messe in atto dall’associazione Elios, guidata dal presidente Elena Ciotola e dal vicepresidente Isabella Moccia, a sostegno di un progetto, che spesso ha coinvolto i giovani studenti flegrei, presentandosi dunque anche come un’importante occasione di crescita per i giovani che si confrontano con questioni di solidarietà, di cooperazione e di sensibilizzazione verso problemi che interessano <<l’altro diverso da sé>>. “Bisogna creare una rete solidale sul nostro territorio e lavorare in sinergia per sostenere le fasce più deboli. E’ possibile donare un sorriso anche solo con un minimo contributo” rendono noto i membri del sodalizio puteolano, che si ispirano al motto “La solidarietà non è un diritto, né un dovere, ma un risultato”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©