Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il “messicano” propone la passeggiata “Maria Puteolana”

L'appello di Gennaro Prebenda al sindaco Magliulo

Una passerella da Corso Umberto I a via Napoli

L'appello di Gennaro Prebenda al sindaco Magliulo
05/10/2011, 12:10

POZZUOLI (NA) - E’ stata messa in calendario per questa mattina  presso la Chiesa della Madonna Assunta la conferenza stampa, indetta dal presidente “Pozzuoli Deve Vivere”, Gennaro Prebenda. Il “messicano”, caldeggiato dallo storico puteolano Raffaele Giamminelli, intende accendere i riflettori sul rilancio della zona costiera sottostante il Rione Terra, proponendo il progetto di realizzare un collegamento con via Napoli mediante una passerella. “Si tratta di un piano di lavoro che avevo già presentato nel 2008 con la mia candidatura a sindaco di Pozzuoli” ci rivela il “Messicano”, solito polemizzare contro la siesta degli amministratori comunali. La proposta si ispira alla nota “Passeggiata Anita Garibaldi” di Genova-Nervi, lunga 1800 metri, costruita nel 1862 dal marchese Gropallo, che dal Porticciolo di Levante arriva alla piccola Baia di Capoluogo a Ponente. Infatti l’idea è proprio quella di intitolare nella “capitale” flegrea la passerella a “Maria Puteolana”, la “bellatrice” ricordata da Francesco Petrarca.
“Dalla darsena, nei pressi della chiesetta dell’Assunta a Mare, lungo la scogliera che cinge il Rione Terra, si snoda un breve e comodo percorso con affascinanti e poco noti scenari naturali – rende noto Prebenda, appoggiato da Giamminelli - Purtroppo, essendo quasi nascosto, i segni dell’abbandono e del degrado sono tanto evidenti da sconsigliare l’addentrarsi. Arriva sulla punta meridionale e qui si ferma su uno spettacolo mozzafiato che si allarga, in uno scenario di 360 gradi, dalla chiesa di San Vincenzo alla collina di san Gennaro, Bagnoli, Posillipo e Punta Campanella.
A circa cento metri si scorge una scogliera, il cui lato sinistro, una volta laguna, ospita un disordinato e spontaneo parcheggio auto. Tra i vari progetti in cantiere, c’è anche quello di sistemazione di quell’area a sud della chiesa di San Vincenzo Ferrer e di corso Matteotti, destinata a disciplinato e capace parcheggio auto, specialmente in funzione del centro storico. Pertanto, per favorire un più diretto e facile collegamento pedonale col borgo, basterebbe una semplice passerella, larga al massimo 2 metri, opportunamente illuminata, realizzata con materiale leggero, seguendo il profilo della rocca. Lungo il percorso sarebbero valorizzate, le varie gallerie che penetrano sotto la cittadella fortificata e che potrebbero, in una fase successiva, essere parte integrante della passeggiata. Il tutto, però, previo risanamento del costone tufaceo”. Il consiglio che Gennaro Prebenda vuole offrire all’amministrazione puteolana, targata Magliulo, è quella di rilanciare questa zona anche per poter ottenere benefici da un punto di vista turistico. Il sarcasmo del “messicano” si evince dal titolo dato alla comunicazione diffusa agli organi di stampa: “Un consiglio (e non 24) al sindaco di Pozzuoli”, dove per 24 si intendono i consiglieri comunali che siedono nel parlamentino civico. “Questa proposta, realizzata con interventi poco invasivi e rispettosi dell’ambiente, valorizzerebbe un eccezionale angolo ora nascosto e favorirebbe salubri passeggiate, oltre a rendere più funzionale il parcheggio previsto nei pressi della chiesa di San Vincenzo”.


Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©