Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

L'età di avvicinamento al fumo si è abbassata

L'Asl Na 2 scende in campo contro il tabagismo


L'Asl Na 2 scende in campo contro il tabagismo
30/07/2010, 10:07

POZZUOLI (NA) - L’Asl Napoli 2 Nord partecipa alla campagna 2010 contro il tabagismo predisposta dal Ministero della Salute, diretta ai giovanissimi con l'obiettivo di prevenire l'iniziazione al fumo favorendo, fin dalla prima età scolare, un atteggiamento di netto rifiuto nei confronti di questo vizi. Importanti anche  altri due obiettivi che contraddistinguono le politiche antifumo del Ministero della Salute: la cessazione dall'abitudine al fumo e la tutela della salute dei non fumatori.
Tra i 15 e i 24 anni i fumatori rappresentano il 21,9%; in questa fascia d'età è stato riscontrato che il 34,5% dei baby-fumatori inizia a fumare prima dei 15 anni. Sconcertante la motivazione: "lo fanno tutti"; dunque i giovani fumatori prendono il vizio sotto l'influenza degli amici.
In Italia si verificano in un anno circa 84 mila decessi attribuibili al fumo di tabacco (dati del Piano Sanitario Nazionale 2003-2005), che risulta essere di gran lunga la prima causa di morte evitabile nel nostro Paese. II fumo è un fattore di rischio accertato di 25 diverse malattie.
Secondo l’OMS è causa, nella popolazione maschile e nella fascia di età 35-69, del 44% dei tumori, del 20% delle malattie vascolari e del 40% delle malattie respiratorie.
Nella donna è responsabile del 53% dei tumori polmonari, un dato purtroppo in rapida crescita correlato all’aumento del numero di fumatrici avvenuto negli ultimi decenni. Dati più recenti a disposizione indicano che negli ultimi anni, l'età di avvicinamento al fumo si è andata pericolosamente abbassando.
L’Asl Napoli 2 Nord per contrastare il tabagismo, ha organizzato sul proprio territorio, secondo un modello di lavoro integrato tra i Servizi specialistici competenti presenti sul territorio, (es. SERT, Pneumologia, Cardiologia, Dipartimento di Prevenzione) l’ambulatorio di Agopuntura e Fitoterapia dello Sport diretto dal dr Gennaro Crispo del Dip. di Prevenzione di Quarto ed il Centro di Prevenzione –Diagnosi e Terapia del Tabagismo nel Comune di Caivano, diretto dal dr. Claudio Messere.
Inoltre l’azienda, lo scorso maggio, ha partecipato, con l'Area Dipartimentale di Epidemiologia e Prevenzione diretta dal dr. A. Parlato, del Dip. di Prevenzione di Quarto, alla Sedicesima Giornata del Respiro. I MMG hanno distribuito presso i loro studi, il materiale illustrativo (Brochure, locandine) sulle patologie respiratorie con particolare attenzione ai danni provocati dal fumo di sigaretta e dall'inquinamento ambientale. Presso due scuole medie (una a Marano e l'altra a Melito) è stato distribuito lo stesso materiale, con la collaborazione del personale della UOSE 3.  Infine, la Divisione di Medicina Interna dell'ospedale di Giugliano, diretta dal dr. P. Giordano, ha effettuato visite pneumologiche, spirometrie ed emogasanalisi gratuite.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©