Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Tra il Comune di Piedimonte Matese ed il Foro sammaritano

Lavori di pubblica utilità per i condannati, firmata intesa

Di durata annuale, sarà rinnovabile sino a cinque anni

.

Lavori di pubblica utilità per i condannati, firmata intesa
28/12/2012, 09:56

PIEDIMONTE MATESE - Il Comune di Piedimonte Matese ha stipulato con il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere una convenzione che consentirà ad un gruppo di condannati di svolgere lavori di pubblica utilità nelle sue strutture, secondo quanto previsto dalla legge che dà la possibilità al giudice di sostituire una pena pecuniaria o detentiva con attività non retribuite utili alla collettività, da svolgere presso enti pubblici oppure organizzazioni di volontariato. Il sindaco Vincenzo Cappello e il Presidente pro-tempore del Tribunale Giancarlo De Donato hanno firmato il documento il cui schema era stato già approvato dalla Giunta Comunale lo scorso settembre, e che prevede l'assegnazione all'Ente matesino di un massimo di quattro condannati, indicando gli ambiti di lavoro a cui questi si dedicheranno: manutenzione del patrimonio comunale, e cioè impianti sportivi, giardini, ville, parchi, e pulizia e distribuzione di cibo presso il canile. Un'iniziativa di reinserimento sociale proposta dalla Presidenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e accolta dall'Amministrazione comunale del centro matesino, che consentirà a queste persone di pagare il debito con la giustizia e allo stesso tempo di apportare vantaggi alla città di Piedimonte in termini di servizi svolti gratuitamente. La convenzione, di durata annuale ma rinnovabile sino a cinque anni, prevede che l'Ente si impegni ad assicurare il corretto svolgimento del lavoro dei condannati, e a garantirne l'integrità fisica e morale.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©