Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Elencati tutti i cantieri i Quarto

Lavori in corso: Secone rimette gli operai in strada


Lavori in corso: Secone rimette gli operai in strada
30/08/2010, 18:08

QUARTO – I cantieri del comune flegreo col finire della pausa estiva riaprono i battenti. Sono diversi i lavori pubblici predisposti dal Comune di Quarto da portare a termine.
L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Sauro Secone, infatti, ha chiesto ed ottenuto finanziamenti regionali ed europei, attraverso una serie di bandi ai quali ha partecipato nei mesi scorsi.
Un cronoprogramma che il sindaco di Quarto sta seguendo con molta attenzione e che sarà oggetto di una serie di incontri con i cittadini residenti nelle zone dove ci saranno gli interventi per la nuova rete fognaria, per le strade e per la nuova illuminazione pubblica.
Si comincia da via Campana, con i lavori del secondo lotto di interventi, con la ripavimentazione stradale,  la nuova segnaletica orizzontale e verticale, i marciapiedi ed i nuovi lampioni, mentre all’incrocio con via Consolare Campana ci sarà la nuova rotonda che sarà terminata per la metà di settembre. In via Fleming, invece, entro fine settembre saranno tutti ultimati i lavori stradali, mentre gli interventi di manutenzione straordinaria delle scuole medie statali “Carlo Emilio Gadda” e “Eduardo De Filippo” e delle scuole elementari “Compagna”, “Elsa Morante”, “Don Lorenzo Milani” e “Giovanni Falcone” saranno completati entro l’inizio del nuovo anno scolastico. «Grazie al lavoro caparbio del sottoscritto, dei miei collaboratori, degli assessori e dei consiglieri comunali stiamo realizzando decine di piccole e grandi opere pubbliche di cui il territorio aveva bisogno da anni. – sottolinea il sindaco Sauro Secone – E’ un lavoro immane, quasi un miracolo, visto che in cassa abbiamo poca liquidità e siamo stati bravi a recuperare soldi extracomunali. I cittadini lo sanno ed apprezzano molto questo nostro lavoro fatto per il bene della collettività. Siamo anche riusciti a recuperare un monumento allo spreco del denaro pubblico, qual era l’ex Macello comunale, e da struttura abbandonata l’abbiamo trasformata in un’isola ecologica per potenziare la raccolta differenziata. Ma ancora molte sono le cose da fare».
 

 

 

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©