Provincia / Giugliano

Commenta Stampa

Legalità, il magistrato Ayala a Giugliano: la mafia si combatte nelle scuole


Legalità, il magistrato Ayala a Giugliano: la mafia si combatte nelle scuole
23/04/2012, 09:04

“La mafia si combatte nelle scuole”. Lo ha affermato il magistrato antimafia Giuseppe Ayala presso la Caffetteria 5 Stelle in piazza Gramsci a Giugliano durante la presentazione del libro ‘Troppe coincidenze’ organizzato dall’edicola Libreria ‘Claudio’di via Aniello Palumbo. “Ho vissuto negli ultimi trent’anni una striscia di tempo che mi sembra ancora appartenere alla cronaca. Alludo ai giorni in cui gli eventi della politica si intrecciarono con quelli criminali, sino al punto da marchiare la gran parte dei percorsi che hanno segnato il destino del paese”. Ayala ripercorre i suoi anni in Parlamento a partire dal 1992, ricostruisce le troppe coincidenze che hanno caratterizzato le relazioni tra mafia, “poteri occulti” e politica, disegnando un quadro opaco che coinvolge criminalità mafiosa e pezzi deviati dello Stato. “La crisi è un momento dove la criminalità può intaccare la gente, offrendo loro soldi, ma sono certo che dove non ci sono soldi non c’è la criminalità organizzata”. “La gente non denuncia il racket - ha affermato la presidente dell’associazione antiracket Sos Impresa di Napoli Tecla Magliacano - sono pochi gli imprenditori che si affidano alla legge per contrastare il fenomeno. Quei pochi che hanno il coraggio - spiega - sono quelli delle zone a sud di Napoli”. All’incontro era presente il referente del presidio dell’associazione antimafia ‘Libera’ di Giugliano Giacomo Pirozzi: “I giovani possono fare tanto per contrastare la criminalità”. Presenti anche un gruppo di alunni della scuola Impastato. L’edicola Libreria ‘Claudio’di via Aniello Palumbo, continua a proporre sul territorio incontri con autori e dopo Pino Aprile, Massimo Cacciapuoti, Pino Imperatore, Silvana Giacobini e Giuseppe Ayala, sta preparando il prossimo incontro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©