Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Leo Club Penisola Sorrentina, in favore delle fasce deboli del Comune di Vico Equense


Leo Club Penisola Sorrentina, in favore delle fasce deboli del Comune di Vico Equense
06/12/2011, 09:12

“Vivere”: questo è il titolo dello spettacolo musicale, interpretato dai giovani cantanti e musicisti della Scuola di Musica Lunarmonica di Vico Equense, promosso dal Leo Club Penisola Sorrentina, l’associazione di giovani della costiera sorrentina tra i diciotto e i trenta anni incardinata nella più grande organizzazione umanitaria al mondo del Lions International, in programma domani 7 Dicembre dalle 19 all’Auditorium Teatro Mio (Complesso SS.Trinità e Paradiso - Corso Filangieri, 159 – Vico Equense).


L’evento, una carrellata delle più belle e famose canzoni italiane e internazionali sui tempi dell’amore e della gioia di vivere, sarà l’attività principale per lanciare la raccolta fondi, a scopo benefico, destinata a sostenere il nuovo progetto di acquisto di un pulmino polifunzionale attrezzato per il trasporto dei giovani diversamente abili residenti sul territorio di Vico Equense.

Il progetto è stato adottato dal Leo Club Penisola Sorrentina a seguito della partnership attivata con il centro musicale Lunarmonica e l’Assessorato alle Politiche Sociali, Giovanili e Pari Opportunità dell’Amministrazione comunale.


Al progetto, su richiesta del Club, è stato dedicato un conto corrente bancario specifico al fine di garantire massima trasparenza alla gestione dei ricavi solidali, ma soprattutto per permettere ad altre realtà associative e imprenditoriali di poter continuare a contribuire nel tempo al conseguimento dell’obiettivo dell’ambizioso progetto proposto.


L’evento è stato inoltre scelto per concludere la giornata di studio sulle tematiche dell’integrazione e disabilità “Il Diverso? Ognuno di noi!” promossa dal Comune di Vico Equense. La giornata vedrà confrontarsi associazioni del terzo settore, cooperative sociali, istituzioni scolastiche e famiglie sulle problematiche dei diversamente abili e sulle nuove frontiere dell’integrazione insieme a due dei massimi esperti italiani nel campo dei diritti civili e dei portatori di handicap come Gampiero Griffo e Salvatore Nocera.


“Con questa attività – dichiara il Presidente del Club Ada D’Auria –abbiamo voluto come associazione di servizio giovanile non solo contribuire da protagonisti a rendere un servizio di pubblica utilità alla comunità disagiata del nostro territorio ma anche lanciare il seme della buona pratica di collaborazione virtuosa, fattiva e trasparente tra le realtà associative e sociali operanti in Penisola Sorrentina e gli Enti pubblici che mai come ora, soprattutto sui temi della pubblica assistenza, si trovano in forte difficoltà non solo in termini economici ma anche in quelli di innovazione delle progettualità; carenze che siamo sicuri possano essere lenite attraverso l’instaurazione di collaborazioni durature e coordinate tra gli attori pubblici e le organizzazioni socio-culturali operanti in un comune contesto socio-culturale e territoriale”.


Soddisfazione per la manifestazione organizzata e per la proficua collaborazione nata con il Leo Club Penisola Sorrentina è stata espressa anche dal presidente e insegnante della Scuola di Musica Lunarmonica Francesco Ruocco.


La regia dello spettacolo è di Anna Prisco.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©