Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Lettera aperta di Luigi Falco:"Rovinosa l'alleanza del centrodestra con Petteruti"

Messagio ai candidati:"Non vi vorrei mai miei alleati"

Lettera aperta di Luigi Falco:'Rovinosa l'alleanza del centrodestra con Petteruti'
07/04/2011, 21:04

Ai signori consiglieri comunali di centro destra che costituivano l’opposizione di Petteruti

Cari amici

come da anni sto cercando di dirvi, i disegni che muovono le vicende intorno a noi spesso nascono più in alto e più lontano. Ogni volta che insieme a voi – 17 benpensanti – reclutavamo qualche altro consigliere che offrisse la possibilità numerica di sfiduciare Petteruti nel tentativo di interrompere la sua negativa amministrazione, capitava sempre qualcosa. E’ capitato, sempre nell’ambito della PDL, o qualche violento mal di testa, o qualche irrefrenabile impulso a viaggi esteri, o qualche crisi mistico politica. Forse eravate già di fatto alleati con i massacratori di Caserta. Qualcuno pensava già al dopo ( ed anche al suo immediato). Come fate ad accettare un discorso di connivenza con quelli che ormai tutta la città stigmatizza come il male totale e che ci ha portato agli ultimi posti della vivibilità nazionale. Come fate a non capire che essere complici con loro significa vanificare un’opposizione che tutti noi popolo del centro destra, in ruoli diversi l’abbiamo fatto e portato avanti. Io dovrei ringraziarvi perché state dimostrando che l’unico centro destra dignitoso che rimane in questa città è quello di Gigi Falco, il quale ha rifiutato e rifiuterà senza alcun compromesso qualunque presenza venga dalla precedente gestione amministrativa. E questo anche valutando la percentuale di voti che certi soggetti potrebbero estorcere a qualche cittadino distratto. Abbiate coraggio, amici del centro destra. Dimostrate alla città che non siete un semplice mucchio di voti, sigle e liste civiche, ma che rappresentate un ‘idea. E se ne avete possibilità, dimostrate che rappresentate un’idea casertana per il centro destra di Caserta.

Gigi Falco

Non ho nulla contro di voi. Poiché, probabilmente, a parte quelli che mi tradirono e che non riesco a stimare in nessun modo, tutti voi siete solamente un fenomeno di una negatività antica che era già in luce nell’uomo Petteruti mai candidabile e che fu un errore storico di De Franciscis. Non ho nulla contro di voi ma, in un momento storico in cui sembra che si faccia a gara per dare la colpa di tutto ciò a voi, ho il coraggio di affermare che la colpa è del sistema a cui siete appartenuti. Ho la dignità di dire che non vi vorrei mai in un compagine con me. Ho il coraggio di anticiparvi che chiunque farà trattative con voi le farà fino al giorno 13 perché nella notte del 14 sarete immolati sull’altare del “non possiamo farlo”. Io vi consiglio di organizzarvi, di fare una lista nella quale mettete un nome “i reprobi” . Forse tutti insieme riuscirete a dare un consigliere di amministrazione che serva come monito, per i prossimi cinque anni, del non governo, della non amministrazione, della non politica.

Con vero affetto

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©