Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

L'evento coinvolge numerose scuole del territorio

L'Isis di Pozzuoli presenta la "Giornata della Memoria"

Ci sarà Alberta Temin, sopravvissuta alle leggi razziali

L'Isis di Pozzuoli presenta la 'Giornata della Memoria'
26/01/2011, 16:01

POZZUOLI - L'Isis "Tassinari" di Pozzuoli, con il patrocinio del Comune di Pozzuoli e dell'Azienda Autonoma di Cura, Soggiorno e Turismo, ha organizzato per la giornata di domani la Mostra - Conferenza "La Shoah".
La conferenza, a cui sarà presente monsignor Gennaro Pascarella, vescovo di Pozzuoli, inizierà alle ore 17. Interverranno il professor Dario Sessa (Dirigente scolastico ITI G. Tassinari Pozzuoli, sul tema: "L'olocausto: la storia di un dramma, un dramma nella storia"), la signora Alberta Temin (testimone dell'incubo delle leggi razziali e della deportazione), Vittorio De Astis (deportato nei lager), Carmine Matarazzo (docente della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale di Napoli, sul tema "Credere in Dio nonostante Auschwitz? L'educazione alla convivialità come responsabilità sociale"), don Fernando Carannante, (responsabile Caritas Diocesana, tema:"Gli Ebrei, fratelli maggiori nella fede: le ragioni di amicizia e dialogo"), Gianmarco Pisa ("Operatori di Pace - Campania", tema: "Ritorsioni della Memoria: valore della Shoah ed attualità del conflitto israelo-palestinese"). A moderare il dibattito ci sarà Ciro Biondi, giornalista.
Nel corso della manifestazione interverranno i consiglieri provinciali Carlo Morra, Tommaso Scotto di Minico, il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano e Roberto Aragno, Commissario prefettizio del Comune di Pozzuoli
Nel corso della manifestazione il Team Comenius "A scuola d'Europa - Parole senza frontiere" presenterà "Europe Home Continent - Long Life Learning": "Se questo è un uomo" di Primo Levi, "To a suicide bomber" ("A un attentatore suicida") di Rafey Habib e "Preghiera a Dio" dal "Trattato sulla tolleranza" di Voltaire. All'iniziativa partecipano con le loro mostre il 2°, 3°, 4° e 6° Circolo Didattico di Pozzuoli e le Sms "Annecchino", "Pergolesi II", "Artiaco - Quasimodo", l'Ipsar "Petrono", l'Istituto "Pitagora" e l'Itcg "Pareto". Sarà possibile visitare la mostra documentaria a cura della Biblioteca Civica e dell'Archivio Storico del Comune di Pozzuoli. Il Giorno della Memoria è una ricorrenza istituita con la legge n. 211 del 2000 dal Parlamento italiano che ha in tal modo aderito alla proposta internazionale di dichiarare il 27 gennaio come giornata in commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo e del fascismo, dell'Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati. La scelta della data ricorda il 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche dell'Armata Rossa, nel corso dell'offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oswiecim (nota con il nome tedesco di Auschwitz), scoprendo il suo tristemente famoso campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l'orrore del genocidio nazista.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©