Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il sindaco vuole espellere il consigliere dissidente

L'opposizione nella maggioranza: il Consiglio bacolese


L'opposizione nella maggioranza: il Consiglio bacolese
10/08/2010, 09:08

BACOLI - Il PDL di Bacoli si rivolta contro Ermanno Schiano, il sindaco eletto da questo stesso partito. Un solo consigliere interviene contro il primo cittadino, ma ne segna lo strappo avvenuto all’interno della stessa maggioranza. È Geppino Laringe, il più anziano dei consiglieri,  non ci sta con i cambiamenti auspicati da Schiano per il Centro Ittico Campano, che secondo Laringe, penalizzerebbero i bacolesi.
Il consigliere si è fatto portavoce, a suo dire, dei 600 elettori bacolesi, di coloro che lo hanno votato.  C’è stato uno scontro durissimo iniziato dopo la lettura della proposta di deliberazione avanzata dal capogruppo del Pdl, Simone Scotto di Carlo, relativa alla richiesta di intervento in assise del presidente del Centro Ittico Campano per illustrare le dinamiche che hanno caratterizzato gli ultimi 12 anni di gestione del CIC; all’adeguamento delle tabelle dei canoni annuali  in vista di una riduzione del contenzioso con gli affittuari gravitanti sul territorio del Centro ittico; ed alla nomina di un membro del personale comunale atto a fungere da intermediario tra il Comune di Bacoli e la stessa società partecipata.
Laringe non ha gradito questi punti, e con toni forti, ha accusato “i suoi stessi compagni di maggioranza di non tutelare i propri cittadini e i giovani bacolesi, facendo cadere la società in un’inevitabile crisi finanziaria atta a mettere in ginocchio l’economia di Bacoli, invece di sfruttare il Centro come polmone lavorativo”.
Poi lo scatto di Laringe verso l’opposizione: si è alzato dal centrodestra, diretto al PD.
A questi consiglieri ha mostrato le tabelle del CIC,  quelle che dovrebbero essere applicate ai terreni bacolesi che sorgono intorno ai laghi, canoni affittuari, che secondo Laringe, da una parte penalizzerebbero i bacolesi, dall’altra farebbero aumentare i debiti del Centro. Allontanandosi dalle file del centrosinistra ha raccomandato i consiglieri che siedono da quel lato: “State con gli occhi aperti, perché questi si stanno mangiando tutto”.
Ermanno Schiano ha respinto tutte le accuse e ha invitato i suoi consiglieri di maggioranza, divisi in Faro della Libertà e PDL, a provvedere nei confronti di Laringe, anche con l’espulsione dalla stessa maggioranza.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©