Provincia / Caserta

Commenta Stampa

L’accusa della Dda è associazione armata di tipo mafioso

L’ortofrutta nelle mani del clan Fragnoli, sette arrestati-video

Sbaragliavano la concorrenza a suon di minacce e violenze

.

L’ortofrutta nelle mani del clan Fragnoli, sette arrestati-video
07/10/2013, 10:24

MONDRAGONE - I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Mondragone hanno eseguito 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere per i reati di associazione armata di tipo mafioso, finalizzata alla commissione dei delitti d’illecita concorrenza mediante minaccia e violenza, e di fittizia attribuzione di beni: condotte aggravate dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolare l’associazione mafiosa. Le misure sono scaturite da una indagine della Direzione Distrettuale antimafia di Napoli avente ad oggetto violenze e minacce perpetrate nei confronti di titolari di aziende di trasporto, allo scopo di garantire a due società – “Trans Drago” e “Consorzio” – il monopolio del servizio di trasporto di frutta e beni di prima necessità. Sulla base delle investigazioni venivano ricostruiti i comportamenti ed i meccanismi economico-criminali che hanno governato, e governano, il settore del trasporto su gomma. Tra le persone fermate, secondo l’accusa, tre di esse gravitano nell’orbita del clan Gagliardi – Fragnoli. Gli emissari del gruppo camorristico, con atti intimidatori e violenti, anche con l’utilizzo di armi – come sostengono i pm dell’antimafia – operavano per impedire che autotrasportatori non autorizzati avessero diretti rapporti commerciali con le locali aziende ortofrutticole. Veniva, inoltre, imposto agli autotrasportatori autorizzati a operare un sovrapprezzo, commisurato a singolo “bancale”, da versare all’Agenzia, denaro che veniva dirottato ai capi del gruppo camorristico mondragonese.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©