Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

"L'ultimo viaggio di Paolo", successo per il convegno

L'evento è stato caldeggiato dal Presidente della Repubblica

'L'ultimo viaggio di Paolo', successo per il convegno
22/02/2011, 15:02

POZZUOLI (NA) - Si è tenuto a Pozzuoli il Convegno internazionale di studio "L'ultimo viaggio di Paolo". L’evento, che ha visto la partecipazione di teologi e studiosi di nazionalità diverse, è stato organizzato dalla Diocesi di Pozzuoli, con la collaborazione della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale - Sezione “San Tommaso d’Aquino” di Napoli, e il patrocinio del Pontificio Consiglio per la Cultura e l'Associazione Nazionale Archeologi.
I giorni 17 e 18 hanno visto i convegnisti radunati nell’Auditorium del Seminario Maggiore, mentre la mattina del 19 febbraio i lavori si sono tenuti sul “Rione Terra”. Per i partecipanti al convegno, eccezionalmente la Soprintendenza ai Beni Archeologici ha realizzato una visita riservata agli scavi archeologici e alla rinata Cattedrale, l’antico Tempio dei Dioscuri di recente riportato alla luce grazie a un importante progetto di recupero. Il convegno ha coinvolto alcuni dei principali studiosi mondiali della figura e del pensiero paolino, al fine di condividere i risultati delle ultime ricerche sul tema, sia dal punto di vista biblico-teologico che da quelli storico, archeologico e iconografico, senza dimenticare le ricadute concrete che una riflessione sul pensiero dell’apostolo non potrà non produrre sulla pastorale. Si è tenuto, inoltre, un momento di approfondimento aperto a tutti i fedeli della Diocesi. Nel pomeriggio di sabato 19 (alle ore 18), infatti, è stato organizzato un incontro nella sala Newton a Città della Scienza, sempre sul tema “L’ultimo viaggio di Paolo”, con prestigiosi interventi curati dal professor Frederic Manns (Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme) e dal professor Cesare Casale-Marcheselli (Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale).

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©