Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Luminosa, l'assessore Abbate ha incontrato Asi e aziende dell'area


Luminosa, l'assessore Abbate ha incontrato Asi e aziende dell'area
12/01/2012, 16:01

Benevento, 11 gennaio 2011 – L’assessore all’Ambiente del Comune di Benevento, Luigi Abbate, ha rilasciato stamani la seguente dichiarazione:

“Si precisa che quello di ieri è stato il primo di una serie di incontri avviati dal Comune di Benevento, nello specifico dall'assessorato all'Energia e all'Ambiente, con il Consorzio ASI e le aziende dell'area industriale di Ponte Valentino in merito alla questione della realizzazione della centrale a turbogas da 385 MW da parte della società Luminosa s.r.l.

Oggetto dell'incontro è stato il chiarimento dei motivi di contrarietà del Comune al progetto. Contrarietà, peraltro, già espressa in numerosi incontri pubblici con cittadini ed associazioni ed attraverso una istanza di ricorso recentemente accolta dal Consiglio di Stato con ordinanza n° 5024/2011.

Alle aziende è stato richiesto di sapere il loro livello di interesse all'eventuale acquisizione di calore/vapore dalla centrale in oggetto, condizione che il Ministero dello Sviluppo Economico, ha posto come necessaria per la realizzazione del progetto stesso.

A tal proposito le aziende presenti si sono dimostrate in gran parte non interessate a tale fornitura di calore/vapore ed hanno anche chiarito che fino ad ora non sono mai state contattate dalla società Luminosa, che non ha quindi dettagliato i termini dell'eventuale contratto di fornitura.

Ho, inoltre, comunicato che il Comune di Benevento ha affidato a Marco Cervino, ricercatore del CNR di Bologna, uno studio ad hoc sugli aspetti legati alle emissioni in atmosfera derivanti dalla messa in funzione della centrale a turbogas. Cervino, inoltre, assisterà l'Amministrazione nelle ulteriori iniziative innanzi al Tribunale Amministrativo.

L'incontro è stato, infine, l'occasione per avviare un tavolo di discussione sullo stato dell'Area Industriale e sulla sua riqualificazione nel rispetto dell'ambiente e dei beni culturali presenti in zona. Nei prossimi giorni incontrerò, infine, le rimanenti aziende che operano nell’area”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©