Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Maietta, i servizi sociali e le cooperative senza fondi


Maietta, i servizi sociali e le cooperative senza fondi
04/03/2011, 17:03

“Da oltre cinque anni la Cooperativa il Faro garantisce la continuità assistenziale al Centro polifunzionale dei disabili. Da più di un anno però convive con grande difficoltà per il mancato versamento degli stipendi agli operatori della struttura. Le rivendicazioni portate avanti non sono servite a nulla. Ambito di zona e Regione Campania finiscono sotto accusa. A scendere in campo a sostegno della Cooperativa è Giovanna Maietta, che mette sotto accusa l’ambito C 7 delle politiche sociali. “L’assessore regionale, Ermanno Russo, in più occasioni ha dichiarato che non ha alcuna intenzione di concedere finanziamenti fino a quando non saranno esibite fatture, rendicontazioni sulle spese effettuate negli ultimi anni. I Comuni dell’Ambito – dice Giovanna Maietta – non possono dimostrare una totale indifferenza sia verso i portatori di handicap sia verso gli operatori della Cooperativa. La Cooperativa va avanti responsabilmente ed assicura il servizio, ma i Comuni non riescono a completare gli adempimenti per permettere alla Regione di provvedere per le rimesse. E’ un atto di grave responsabilità. E’ un’omissione a tutti gli effetti. I Comuni dell’ambito continuano ad essere morosi nei confronti della Cooperativa il Faro e i lavoratori si trovano in gravi difficoltà economiche perché non percepiscono gli stipendi da mesi”. Giovanna Maietta chiama direttamente in causa il Commissario Maffei rende noto che “se non interviene a tutela dei disabili, non è da escludere uno sciopero degli operatori che continuano ad operare per assicurare la giusta e doverosa assistenza ai cittadini meno fortunati e deboli, in una città che dopo la cacciata del Sindaco Petteruti sembra essere lontana dai bisogni essenziali dei propri cittadini”. Non è da escludere che la Presidente di Caserta Bene Comune ricorra alle autorità competenti, se non si pone rimedio alla questione. “Si sta giocando solo sulla disponibilità di operatori seri e responsabili, che il giorno che incroceranno le braccia, scaricheranno sui responsabili di ciò che sta avvenendo una vera patata bollente. La legislazione italiana prevede una serie di norme a tutela delle persone con disabilità, dal momento che bisogna garantire il pieno rispetto della dignità umana e i diritti della persona handicappata. E’ con somma vergogna – conclude Giovanna Maietta – che mi ritrovo a dover condannare lo stato di mancato rispetto per la persona. La persona che lavora per dare assistenza e gli assistiti, in questo caso, persone diversamente abili, che si ritroveranno a breve senza le necessarie cure per vivere una normalità, che purtroppo a Caserta non è affatto garantita. Infatti la cooperativa il Faro ed altre rischiano la chiusura a giorni, perché non riescono più a sostenere neanche le spese per le forniture e gli operatori non vengono pagati da sei mesi. La Regione per il 2010 ha erogato solo il 40 per cento dei fondi”.”. Così Giovanna Maietta, presidente di Caserta Bene Comune.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©