Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Maietta: si aiuti l'integrazione


Maietta: si aiuti l'integrazione
10/03/2011, 16:03

E’ polemica sull’accoglienza agli immigrati. “Il candidato sindaco del PDL Pio Del Gaudio, è in cerca di un edificio che li possa ospitare. Questo è l’esito dell’incontro dell’altro giorno con un a delegazione di immigrati. Un esito che rievoca antiche ruggini politiche con al centro la riqualificazione dell’ex canapificio, destinato dall’Unione europea e dalla Regione proprio agli immigrati”. Ad accendere la miccia è sempre il presidente di Caserta Bene Comune. “ In politica- dice Giovanna Maietta- tutto sembra possibile anche se Del Gaudio, per quanto si sforzi di farlo, non può dimenticare quello che è successo con il centro accoglienza immigrati che doveva sorgere proprio davanti a palazzo reale. Ha contrastato la sua realizzazione e fatto ancora più grave i servizi sociali e di orientamento a loro rivolti. L’intervento della Regione Campania, sostenuto dall’ex sindaco Petteruti, accusato ora da Del Gaudio di non essersi mai posto il problema, vera costruito per favorire l’integrazione e l’inclusione degli immigrati in regola. Gli stessi immigrati che Del Gaudio incontra in campagna elettorale e ai quali a tenuto nascosto la sua precedente posizione in merito al progetto regionale di circa sette milioni di euro. Con questi fondi erano previsti interventi di ristrutturazione dei capannoni, installazioni di pannelli fotovoltaici e box per svolgere attività di servizi per immigrati, come orientamento al lavoro, percorsi formativi, servizi per minori e alfabetizzazione socio linguistica. Sono la febbre elettorale può spiegare l’interessamento dell’ex consigliere comunale, incerto sindaco del PDL, che con Angelo Polverino si era fermamente opposto alla realizzazione del centro polifunzionale”. L’impegno di Angelo Polverino con le associazioni culturali era quello di salvare il finanziamento con un’alternativa all’area ex canapificio – continua Maietta- se Del Gaudio e Polverino hanno veramente a cuore gli interessi di questa povera gente, provino a recuperare quei finanziamenti destinati a Caserta e li affidino alla Caritas e cooperative che non si accreditino attraverso il clientelismo politico, ma soprattutto lo facciano senza nessun tipo di speculazione.”. Così Giovanna Maietta, presidente Associazione Caserta Bene Comune

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©