Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Tanti i disagi in città e provincia

Maltempo, mareggiata a Salerno. Torna l’incubo danni ai lidi


Maltempo, mareggiata a Salerno. Torna l’incubo danni ai lidi
28/11/2012, 21:42

SALERNO -  Il maltempo ha colpita anche Salerno, creando tanti disagi a Salerno e provincia. Forti le raffiche di vento, a causa delle quali i vigili del fuoco stanno lavorando ininterrottamente da ore per Fuoco mettere in sicurezza alcuni tetti di abitazioni, dove il vento forte ha spazzato diverse tegole e spezzato anche alcuni alberi. Le raffiche di Libeccio che sferzano sulla costa salernitana a causa della formazione di un profondo vortice ciclonico sul mar Tirreno, stanno tenendo alta l’attenzione anche della Capitaneria di Porto con il mare che nelle ultime ore si è ingrossato notevolmente.
Ma la situazione non migliorerà. Le condizioni sono in netto peggioramento su tutta la Campania per l'arrivo di forti piogge e aria molto umida con un rapido aumento del moto ondoso del mare. E con il maltempo torna anche la paura per i danni ai lidi. Forti disagi si registrano anche a sud del capoluogo e nell’Agro Nocerino Sarnese.
I caschi rossi hanno effettuato oltre venti interventi nei territori di Angri, Pagani, Nocera Inferiore, San Valentino e Roccapiemonte. Violenti acquazzoni con forti raffiche di vento nel primo pomeriggio anche a sud di Salerno in diversi centri del Vallo di Diano. In particolare ci sono stati disagi nella circolazione veicolare sulla Strada Statale 19, nel tratto che attraversa il territorio comunale di Atena Lucana, dove la sede stradale è stata invasa da acqua mista a detriti di terriccio a seguito del riempimento di un canale di scolo attiguo alla stessa carreggiata stradale.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del vicino distaccamento di Sala Consilina e gli agenti della Polizia Municipale che hanno provveduto, con non poche difficoltà, a ripristinare il regolare flusso della circolazione veicolare dopo oltre un'ora di lavoro. A Teggiano, a causa di forti raffiche di vento, alcuni alberi di piccole dimensioni sono stati sradicati e catapultati su diverse strade delle frazioni rurali.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©