Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Tragedia nei pressi del commissariato, fermato 66enne

Marcianise, lite per il parcheggio: bidello ucciso a coltellate

Feriti lievemente due figli dell’uomo accorsi in aiuto

.

Marcianise, lite per il parcheggio: bidello ucciso a coltellate
07/01/2013, 10:38

MARCIANISE - Ha ucciso il vicino a coltellate poiché non sopportava che il figlio parcheggiasse lo scooter sotto la finestra della sua abitazione. L' omicidio è avvenuto a Marcianise, tra le palazzine popolari di via Verdi, a pochi metri dal commissariato di Polizia. L' aggressore è un pensionato di 66 anni, Antonio Parolise, arrestato poco dopo dalla polizia, che ha sequestrato i due coltelli a serramanico utilizzati, uno dei quali con una lama di 20 centimetri. L' accusa per Parolise è di omicidio volontario. La vittima, il 53enne Carmine De Simone, padre di tre figli maggiorenni e bidello in una scuola di Marcianise, è stato raggiunto da tre fendenti alle spalle ed è stato prima trasportato all'ospedale di Marcianise; poi, vista la gravità delle sue condizioni, è stato trasferito al ''Cardarelli'' di Napoli, dove è deceduto. Gli agenti del commissariato di Marcianise sono accorsi in seguito alla telefonata della figlia della vittima, che ha assistito alla scena dalla finestra dell' abitazione insieme al fratello, proprietario dello scooter. I due giovani sono stati i primi a soccorrere il padre dopo l'accoltellamento, ingaggiando anche una colluttazione con l'aggressore. La ragazza ha riportato una lieve ferita da taglio. Il pm Antonio D'Amato della Procura di Santa Maria Capua Vetere ha potuto ricostruire la dinamica dell'omicidio grazie alle testimonianze dei familiari della vittima e di alcuni inquilini. Tra Parolise e De Simone non correva buon sangue già da tempo, proprio a causa di quel motorino che il figlio del bidello parcheggiava spesso nei pressi dell'abitazione del pensionato, nonostante la presenza di parcheggi all’esterno delle palazzine popolari. Sconcerto e incredulità nella comunità di Marcianise dove, dopo l' omicidio, numerose persone sono scese in strada. "Una tragedia assurda", hanno commentato in molti.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©