Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Mare sicuro 2011; polizia provinciale impegnata in attività vigilanza golfo di napoli


Mare sicuro 2011; polizia provinciale impegnata in attività vigilanza golfo di napoli
27/07/2011, 16:07

E’ partita anche quest’anno la Campagna “Mare sicuro 2011”, attività di prevenzione e repressione dei comportamenti illeciti in mare. Da venerdì 29 luglio anche l’unità navale della polizia provinciale, come indicato nell’Ordinanza del Questore di Napoli, Luigi Merolla, svolgerà attività di vigilanza nelle acque del golfo di Napoli in concorso con la Guardia Costiera e le altre forze di Polizia abitualmente impegnate al fine di assicurare a tutti i frequentatori una stagione serena in mare e sulle spiagge del litorale napoletano. Le operazioni si concluderanno il 28 agosto.
L’attività di controllo sarà espletata con l’impiego di tre unità operative per squadra e nell’arco delle attività programmate saranno impegnate 17 squadre che utilizzeranno l’unità nautica “Genesi”, un gommone con carena in vetroresina di 10 metri, dotato di controller GPS – Sonar – sistemi di radio telecomunicazione in grado di operare in ambienti non raggiungibili con le ordinarie motovedette. Prossimamente si aggiungerà all’attività di pattugliamento delle coste anche la Motovedetta “Giovanni Falcone”.
Compito principale degli uomini della Polizia Provinciale di Napoli sarà quello di vigilare, insieme con le altre forze impegnate lungo le coste di Ischia, Capri, Procida, penisola Sorrentina, litorale flegreo e Napoli al fine di prevenire incidenti e garantire lo svolgimento sicuro delle attività di balneazione e di turismo nautico, riducendo gli incidenti in mare attraverso una diffusa attività di prevenzione, ma anche reprimendo i comportamenti pericolosi che possono mettere in pericolo la vita dei bagnanti, dei subacquei e degli stessi diportisti o arrecare danni all’ambiente marino.
“Come ogni anno siamo, con uomini e mezzi della polizia provinciale, in prima linea per una balneazione sicura e una maggiore difesa della risorsa mare. Una risorsa che – ha affermato il presidente Luigi Cesaro - va costantemente monitorata e salvaguardata con azioni di prevenzione, convinto più che mai che senza un’adeguata tutela ambientale non possa esservi tutela del turismo, settore trainante della nostra economia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©