Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Mare sporco e marrone in alcune zone del litorale flegreo


Mare sporco e marrone in alcune zone del litorale flegreo
12/07/2012, 15:07

"Questa estate sta iniziando proprio male. Mentre in alcune spiagge tra Bacoli e Monte di Procida dove a sorpresa dopo decenni il mare secondo l' Arpac risulta nuovamente balneabile - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli e Josi Della Ragione di Freebacoli - l' acqua appare ai bagnanti putrida ed emetta un cattivo odore nauseabondo le isole di Ischia e Procida sono aggredite da una mucillaggine marrone maleodorante a cui bisogna aggiungere il ritrovamento di tre cadaveri di tartarughe in stato di decomposizione sulle spiagge.
A questo bisogna aggiungere lo storico malfunzionamento dei Depuratori ed in particolare quello di Cuma da tempo amministrato dall' Hydrogest e per il quale la Regione Campania ha più volte promesso, senza attuarlo, il cambio di gestione. Gli operai intanto stanno scioperando e l' impianto nel complesso non funziona al meglio. A soffrire di questa situazione sono innanzitutto i cittadini ed il mare del Golfo di Napoli. E' ora che anche i Sindaci si assumano le proprie responsabilità emanando divieti immediati di balneazione ogni qualvolta il colore delle acque diventa marrone e le acque appaiono putride e maleodoranti".
"Addirittura - continuano i Verdi Ecologisti e Freebacoli - la melma commista ad altra melma nei pressi della foce del Depuratore di Cuma non ha dissuaso in alcun modo alcuni scellerati cittadini a pescare in acque luride cibandosi di pesci probabilmente non proprio salutari.
Per questo chiediamo un immediata ispezione all' interno del Depuratore di Cuma con tecnici ed esperti per verificare il reale funzionamento dell' impianto e i danni che eventualmente sta causando all' ambiente".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©