Provincia / Caserta

Commenta Stampa

La dirigente scolastica traccia un bilancio di fine anno

Medaglia del Capo dello Stato, conferenza al “Manzoni”

Presenti all’auditorium le massime autorità istituzionali

.

Medaglia del Capo dello Stato, conferenza al “Manzoni”
11/06/2013, 09:58

CASERTA - La medaglia del Presidente della Repubblica, quale premio per il miglior soggetto del cortometraggio “Più che un futuro”, scritto e interpretato dagli studenti del Liceo Manzoni di Caserta, è stata al centro della conferenza di fine anno convocata dalla dirigente Adele Vairo per presentare al territorio le eccellenze dell’istituto di via De Gasperi. In un’aula magna gremita, alla presenza dei massimi rappresentanti delle istituzioni locali, tra cui il questore Giuseppe Gaultieri, l'assessore provinciale all'istruzione Franca Cincotti, il vice sindaco Enzo Ferraro, Maria Grazia Guarino, dirigente del Centro Servizi Amministrativi, e il Comandante dei Vigili Urbani Alberto Negro, la preside ha fatto un resoconto delle iniziative realizzate durante l'anno che hanno ricevuto importanti riconoscimenti istituzionali e hanno visto premiato il lavoro svolto dal Liceo. "Filo conduttore di tutta la nostra progettazione - ha dichiarato la stessa Vairo - è la legalità e il valore della cittadinanza attiva e consapevole. Tutte le attività, sia curricolari sia extracurricolari, organizzate dai nostri efficienti dipartimenti hanno, infatti, un comune denominatore: la legalità”. E che il corrente anno si fosse aperto sotto i migliori auspici lo si poteva immaginare quando l’istituto è stato invitato ufficialmente a partecipare alla cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico il 25 settembre scorso a Roma nel cortile d'onore del Quirinale, con una delegazione di ventuno alunni guidata dalla stessa dirigente. Un anno che si è concluso, poi, in modo brillante con la premiazione a Cortina d'Ampezzo, nell'ambito nel Festival Internazionale del cinema scritto dai ragazzi “Jack Junior”, di ventisei alunni della IV e V R e della IV N che hanno vinto la medaglia del Capo dello Stato con una menzione speciale per il tema della legalità affrontato dai ragazzi, il premio come miglior soggetto e come miglior interprete maschile. La motivazione della medaglia è stata letta dal professor Giancristiano Desiderio che ha moderato l’incontro e che recita: “Per aver saputo esprimere attraverso il linguaggio cinematografico, una forte sensibilità verso temi di particolare rilevanza sociale ricondotti, con maturo senso di responsabilità, al coraggio individuale di scegliere”. E’ seguita poi la visione del cortometraggio applaudito da tutti.

 

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©