Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Telegramma ai familiari e alla stessa Rosaria Aprea

Miss picchiata dal compagno, avvocato rinuncia a difesa

“Scelte vittima collidono con mia etica professionale”

.

Miss picchiata dal compagno, avvocato rinuncia a difesa
27/05/2013, 12:02

MACERATA CAMPANIA – L’avvocato Carmen Posillipo del Foro di Santa Maria Capua Vetere, che fino ad oggi ha fornito assistenza legale alla giovane miss Rosaria Aprea, di 20 anni, finita in gravi condizioni in ospedale lo scorso 13 maggio dopo essere stata violentemente picchiata dal convivente, ha deciso di “rinunciare al caso, in quanto le scelte dell’assistita collidono sia con la mia etica professionale che con le strategie difensive assunte”. La decisione, irrevocabile, comunicata a mezzo telegramma indirizzato ai familiari e alla stessa Rosaria. L’aggressore, Antonio Caliendo, di 27 anni, si consegnò alla Polizia di Casapesenna, accompagnato dalla sorella, suo avvocato. L’uomo venne poi fermato dalla Squadra Mobile della Questura di Caserta con l’accusa di lesioni gravissime e, successivamente, interrogato. Le condizioni della ragazza, aspirante miss di Macerata Campania, non sono mai migliorate definitivamente dopo l’intervento di asportazione della milza al quale è stata sottoposta subito dopo il ricovero. Al punto che le sue dimissioni sono state continuamente rinviate dai medici del “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta. In alcune sue dichiarazioni, la vittima si disse ancora innamorata del suo compagno auspicando che fosse liberato. Parole che destarono sorpresa negli ambienti investigativi, e non solo. Poi quelle affermazioni sono state ritrattate. Adesso la ragazza ha manifestato nuovamente la decisione di voler riallacciare i rapporti con Caliendo.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©