Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Museo Correale di Terranova. Approvato il progetto per la digitalizzazione della biblioteca.


Museo Correale di Terranova. Approvato il progetto per la digitalizzazione della biblioteca.
25/01/2012, 14:01

Digitalizzare e mettere in rete la biblioteca del museo Correale Terranova di Sorrento. E' l'obiettivo del Progetto Surreo, finanziato nell’ambito Por Fesr 2007-2013 della Regione Campania per un importo di 124mila e cinquecento euro.
Un risultato raggiunto grazie al protocollo di intesa siglato lo scorso febbraio tra i vertici del museo e il Rotary Club Sorrento, che ha reos disponibili risorse umane e professionali in grado di offrire indicazioni progettuali e strategie di rilancio per la modernizzazione e lo sviluppo della struttura.
"Surreo contribuirà a migliorare il posizionamento del turismo culturale sorrentino scontando un duplice obiettivo sul sistema turistico - spiega Baldo Liguoro, presidente della commissione rotariana che ha seguito il progetto - Il primo è quello di differenziare e migliorare lo standard attrattivo e competitivo dell’offerta turistica culturale in costiera, il secondo contribuire ad aumentare la spesa media turistica pro-capite giornaliera grazie ad una domanda diversificata rivolta verso quei target di utenza caratterizzati da una propensione alla spesa culturale".
Inoltre l’iniziativa renderà accessibili, anche a persone disabili, parte dei contenuti testuali della biblioteca del museo Correale.
"Un’importate obiettivo sociale - aggiunge Liguoro - che offrirà a studenti diversamente abili nuovi scenari nello studio e nell’apprendimento delle culture locali, facilitando il loro inserimento in contesti culturali altrimenti inaccessibili, consentendo anche la realizzazione e l’aggiornamento professionale di docenti, con disabilità congenite o acquisite, che non potrebbero altrimenti svolgere visite e studi presso la biblioteca del Correale".
Per il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, il progetto Surreo servirà per favorire ulteriormente la promozione dei beni culturali ed artistici della città, rendendoli fruibili più facilmente a cittadini e ad ospiti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©