Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Napoli: domani delegazione ragazzi argentini in visita alla scuola della pace


Napoli: domani delegazione ragazzi argentini in visita alla scuola della pace
16/02/2012, 15:02

Domani venerdì 17 febbraio alle ore 12.30, presso la Scuola della Pace sita in via Speranzella 81, nei Quartieri Spagnoli, l’assessore alla Pace, Marilù Galdieri, darà il benvenuto a nome della Provincia di Napoli ad una delegazione di 12 ragazzi argentini in visita in Italia, nell’ambito del progetto “Voglia d’Italia”, patrocinato dal Ministero della Gioventù e dall’Ambasciata Argentina in Italia e promosso dall’associazione MODAVI ONLUS.
MODAVI ONLUS è una ONG riconosciuta dal Ministero degli Esteri. In Argentina ha realizzato un comedor, un centro di aggregazione giovanile, a Villa Bordeu, quartiere periferico di Bahia Blanca, città argentina che dista 600 Km dalla capitale.
In una realtà afflitta da gravissimi disagi, il comedor escolar Campana de Palo offre gratuitamente a bambini ed adolescenti del luogo pasti caldi ed attività ludiche e didattiche. In particolare, dal 2008, grazie allo sforzo del MODAVI Federazione Provinciale di Napoli ONLUS, in nome degli storici legami esistenti tra la metropoli partenopea e l’Argentina, attigua al comedor è stata realizzata una Biblioteca solidale, al fine di sviluppare ulteriormente l’offerta formativa.
I giovani argentini in visita in Italia, dove resteranno fino al 22 febbraio (a Napoli il 17 e il 18 febbraio), provengono proprio dalla comunità giovanile assistita a Campana de Palo. Per loro sarà un’occasione per conoscere alcune realtà italiane attive nel mondo del volontariato. Dopo il saluto istituzionale della Provincia di Napoli, la delegazione visiterà nel pomeriggio la Fondazione di Don Luigi Merola “A voce d’e creature” e, l’indomani mattina, il Centro di Documentazione contro la camorra al Centro Direzionale.
Ad accoglierli, accanto all’assessore Galdieri, troveranno i volontari del MODAVI Napoli e i giovani tedeschi, spagnoli e greci in servizio presso questa associazione nell’ambito del progetto di Servizio Volontario Europeo previsto dal programma comunitario “Gioventù in Azione”.
“La Scuola della Pace – afferma l’assessore Galdieri – è un laboratorio per la convivenza oltre i conflitti, che vedrà la nostra città protagonista di momenti di forte conoscenza interculturale come questo. Napoli ha tutte le carte in regola per proporsi come luogo d’incontro e di proficuo interscambio tra giovani di paesi diversi, tanto più necessario in un tempo di crisi come quello attuale che vede rinascere pericolose diffidenze tra i popoli”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©