Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Affollata assemblea all’aula T2, diversi i disagi lamentati

Napoli Nord, Tribunale già al collasso: allarme dell’Ugl

Manca almeno la metà dell’organico che era stato promesso

.

Napoli Nord, Tribunale già al collasso: allarme dell’Ugl
10/01/2014, 18:03

AVERSA - Indetta dall’Ugl-Intesa Fp, è stata l’aula T2 del nuovo Tribunale di Napoli Nord, nella cornice del Castello Aragonese in quel di Aversa, ad ospitare un’affollata assemblea sindacale. Diversi i punti iscritti all’ordine del giorno e ampiamente dibattuti: la nuova geografia giudiziaria, con la relativa riorganizzazione degli uffici, che ha creato non poco caos per il personale del comparto giustizia; la proposta da inoltrare al Guardasigilli per aumentare lo stanziamento del Fondo Unico di Amministrazione; la richiesta di indennità per il miglioramento dell’efficienza lavorativa; le richieste di avvio delle procedure delle progressioni economiche. L’assemblea, tra gli altri, ha visto la partecipazione di Francesco Prudenzano, segretario generale dell’Ugl-Intesa Fp, di Claudia Ratti, coordinatore nazionale del Ministero della Giustizia e di Giuliana Andreozzi, coordinatore degli uffici giudiziari delle regioni Campania e Molise. In particolare, l’accento è stato posto sulle sofferenze che, seppur di recente istituzione, sta registrando il Tribunale di Napoli Nord. Ad oggi, anzitutto, manca all’appello il 55% del personale previsto. Cifre alla mano, infatti, a quasi quattro mesi dalla sua inaugurazione, in Tribunale, su 146 unità di personale previste, ve ne sono solo 53 mentre alla Procura sono presenti solo 35 unità, a fronte delle 60 previste. Discorso identico anche per l’Unep, l’ufficio degli ufficiali giudiziari, fermo a 30 unità, a fronte delle 43 previste in organico. Ma le carenze, purtroppo, non riguardano soltanto il personale ma anche la dotazione del Tribunale (mezzi e struttura, per intendersi). A fronte di una mole di lavoro enorme, che interessa i 38 comuni raggruppati nelle competenze della cittadella giudiziaria, l’Ugl fa notare che bisogna lottare con ambienti non idonei, senza riscaldamento, poco areati e scarsamente illuminati. A ciò si aggiunga la mancanza di scaffalature dove adagiare i fascicoli, di computer, di stampanti, di punti rete passando poi per le scarse condizioni igieniche ed il mal funzionamento dei collegamenti telefonici.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©

Correlati