Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Napoli: Palmieri, opere a quadrivio Secondigliano


Napoli: Palmieri, opere a quadrivio Secondigliano
06/11/2010, 10:11


NAPOLI - "L'amministrazione comunale di Napoli revochi immediatamente l'affidamento delle opere alle imprese alle quali ha affidato i lavori di riqualificazione del quadrivio di Secondigliano oppure si dia una mossa. E, comunque, avverta almeno il dovere di rispondere a specifiche interrogazioni che da oltre un mese non trovano risposta. Ricordo solo che dopo 15 anni dal tragico crollo del 23 gennaio del 1996 che costò ben 11 vittime, di cui una dispersa, tutto é rimasto ancora come allora, se si eccettua una sorta di messa in sicurezza dell'area l'abbattimento di un mulino". Così il presidente del gruppo del gruppo del Nuovo Psi del Consiglio Comunale di Napoli, Domenico Palmieri, che aggiunge: "Oggi, devo ancora una volta segnalare che, mentre gli esercizi commerciali, almeno quelli che hanno potuto, continuano a sopravvivere in container spesso vandalizzati se non bruciati, l'Ati alle quale sono stati affidati i lavori di riqualificazione dell'area e che è stata costretta a gennaio scorso a sottoscrivere una costosa fideiussione bancaria, non viene convocata per la sottoscrizione del contratto, senza il quale non può muovere foglia". "Non so quanto sia costato, nel 2005, il progetto firmato da tre autorevoli architetti napoletani, - aggiunge l'esponente del Nuovo Psi - né quanto si è successivamente dovuto sborsare per modificarlo, poiché, per motivi diversi il albergo ha dovuto cedere il passo ad un edificio residenziale". "So solo che dal 2008, anno in cui sono state affidate le opere da realizzare, - conclude Palmieri - il quartiere aspetta e ancora spera. Va da sé che in questa vicenda fitta di ingiustificati ritardi e misteri, i conti non tornano".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©