Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, "Pigne cadenti" in via Porcelli

Verdi chiedono regolamento per tutela e aumento alberi

Napoli, 'Pigne cadenti' in via Porcelli
28/06/2013, 15:51

NAPOLI - Anche nelle aree private spesso accade trovino dimora grossi alberi per i quali non è facile, anche per le condizioni economiche dei residenti, provvedere ad una corretta manutenzione degli stessi . In questo caso il grosso pino monumentale, sito in via Porcelli alla Loggetta, ha trovato casa proprio sulle scale , accesso unico ed obbligato alle abitazioni, inevitabile quindi passarvi accanto. Occorre che in casi come questi siano l'amministrazione comunale o meglio la Soprintendenza a farsi carico dei costi per le necessarie manutenzioni a queste pregiate ed antiche essenze arboree, dichiarano Carmine Attanasio e Vincenzo Peretti, che preveda la possibilità di intervento da parte della struttura pubblica, laddove i privati cittadini non possano farvi fronte per evidenti condizioni di incapacità economica, col rischio che la pianta sia abbandonata a se stessa, ad una crescita incontrollata, col rischio che trovandosi in prossimità di abitazioni, o come in questo caso "facendone addirittura parte", possano essere causa di pericolo per la pubblica incolumità. Nei giorni scorsi, dice il consigliere comunale dei Verdi Carmine Attanasio, sono stato a fare un sopralluogo in via Porcelli per poi intervenire in Consiglio Comunale chiedendo attenzione per il residuo patrimonio arboreo monumentale della nostra città. Quello di via Porcelli è un caso limite, il pino ha superato la palazzina di quattro piani e rappresenta un pericolo solo perchè le pigne cadendo rappresentano dei veri e propri proiettili che spesso sfiorano i residenti della palazzina che passano per l'unica via d'accesso alla propria abitazione. Ritengo, dice poi Attanasio, che al più presto bisogna redarre un regolamento comunale per la tutela, la messa in sicurezza e l'aumento del patrimonio arboreo comunale. Noi Verdi lo presenteremo a breve in Consiglio Comunale, conclude Attanasio, nella speranza che sullo stesso ci sia la convergenza di tutte le forze politiche.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©