Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, portone radiocomandato e telecamere per “difendere” la piazza di spaccio allestita in un condominio

Arrestati 2 pusher

Napoli, portone radiocomandato e telecamere per “difendere” la piazza di spaccio allestita in un condominio
27/11/2013, 12:44

NAPOLI - I carabinieri del nucleo operativo della compagnia Bagnoli, in via Romolo e Remo, hanno arrestato per spaccio di stupefacente Pignalosa Giovanni, 41 anni, residente in via Romolo e Remo e Salineri Gianluca, 42 anni, residente in via Quaranta, entrambi già noti alle forze dell'ordine.
Con un servizio di osservazione, i militari dell’arma hanno notato i 2 uomini in un appartamento popolare, occupato abusivamente, in una zona ritenuta sotto il controllo del clan camorristico “Puccinelli”, mentre spacciavano stupefacenti, protetti da un sofisticato sistema di video sorveglianza con il quale controllavano l’arrivo di chiunque, regolando cosi l’accesso allo stabile, con un telecomando che azionava l’apertura del portone condominiale, blindato, degli acquirenti e dei condomini. Bloccati e perquisiti, l’acquirente è stato trovato in possesso di 2 dosi di cocaina appena acquistati per uso personale, mentre i pusher di 255 euro in denaro contante, ritenuti provento d’illecita attività. L’acquirente è stato segnalato alla prefettura quale consumatore di stupefacenti.
Il sistema di video sorveglianza, composto da un monitor, centralina e 4 microcamere wireless, che erano state nascoste nelle aree condominiali, sono state rimosse e sequestrate. Durante l’operazione sono stati rimossi anche alcuni ostacoli fissi, quali 3 porte blindate e 2 grate, abusivamente installate per ritardare l’accesso delle ffoo.
Gli arrestati sono in attesa di rito direttissimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©