Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, prelievo straordinario PFU: firmato protocollo

Firmato con il Ministero dell’Ambiente e le Autorità locali

Napoli, prelievo straordinario PFU: firmato protocollo
20/06/2013, 14:56

NAPOLI - Ecopneus ha firmato con il Ministero dell’Ambiente e le Autorità locali un protocollo operativo che sancisce l’avvio delle operazioni di prelievo straordinario di PFU nei territori delle Province di Napoli e Caserta. Il Protocollo prevede il finanziamento di tale intervento da parte di alcuni produttori ed importatori di pneumatici soci di Ecopneus, che mettono a disposizione per tale scopo una somma (oltre un 1,5 milioni di Euro) derivante dai propri avanzi di gestione maturati individualmente prima della adesione ad Ecopneus.

I soci coinvolti sono: B.R. Pneumatici spa, Bersangomme srl, Devalle Gomme snc, Gexpo spa, GRG Pneumatici srl, Laneve pneumatici srl, Mecerdes-Benz Italia spa, Natale Illario, Parise Gomme snc, Pneus Sette srl, Pneusmarket spa, Pneusmarket Alpina spa, Ponente Gomme, R.G.S. pneumatici srl , Rossi Lamberto srl, Solideal Italia spa, Trelleborg W.S.I spa, Union Pneus Italia srl, Univergomme spa, Apollo Vredestein Italia spa, Zuin spa.

Ecopneus sarà il gestore di tali attività, assicurando il successo di questo intervento straordinario, che si svilupperà in un arco temporale previsto di 12 mesi.

La partecipazione delle Amministrazioni Locali

Il Protocollo prevede la partecipazione attiva del Prefetto incaricato dal Ministro dell’Interno per il fenomeno degli incendi dolosi in Campania e delle Prefetture e delle Amministrazioni Comunali del territorio che si impegnano a rintracciare gli Pneumatici Fuori Uso abbandonati e a conferirli agli operatori del sistema Ecopneus presso centri idonei e autorizzati.?

Il ruolo di Ecopneus

Per la propria area di competenza, aderendo al protocollo Ecopneus si impegna:

  1. a far prelevare gratuitamente le quantità di PFU presso i centri concordati con i Comuni ed a assicurarne la gestione nel rispetto della normativa vigente e delle proprie procedure
  2. a mettere a disposizione dei Comuni il polverino ottenuto dalla frazione migliore degli PFU gestiti in base al presente Protocollo, da utilizzare, nel rispetto delle norme vigenti, per la realizzazione di una pista ciclabile
  3. ad effettuare idonee attività di informazione e sensibilizzazione degli utilizzatori di pneumatici e dei soggetti coinvolti nelle loro fasi di commercializzazione, sull’importanza della regolarità fiscale al momento dell’acquisto degli pneumatici come strumento per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei PFU.

L’andamento delle attività verrà sorvegliato per la durata del Protocollo da un Comitato di vigilanza, costituito dai rappresentanti del Ministro dell’Ambiente, del Ministro dell’Interno, delle  Prefetture di Napoli e di Caserta, dei Comuni di Napoli e  di Caserta e di Ecopneus.

Nessun aggravio di costo sarà richiesto ai consumatori che acquistano pneumatici nuovi, né alle Amministrazioni Pubbliche, ed inoltre Ecopneus garantirà regolarmente l’ordinaria raccolta quotidiana presso gli oltre 2000 gommisti serviti in Campania.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©