Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, progetto "Municipalinsieme"

Sottoscritta tra il CN Posillipo e la 1^ Municipalità

Napoli, progetto 'Municipalinsieme'
19/07/2013, 12:41

Il progetto "MUNICIPALINSIEME" sottoscritta tra il CN Posillipo e la 1^ Municipalità di Napoli si inserisce nel novero delle diverse iniziative di accoglienza che il nostro Sodalizio mette in campo nel periodo estivo a favore dei tanti ragazzi disagiati del territorio.
lL presidente della 1^ Municipalità Fabio Chiosi, nonostante la carenza di fondi trasferiti dal Comune, con la sensibilità e la collaborazione fattiva delle associazioni presenti sul territorio, ha dato vita in quest'anno 2013 a diverse attività sociali in favore dei minori disagiati.
Questa forma di solidarietà "contagiosa" è iniziata d'intesa con il IV reparto mobile della Polizia di Stato che ha sede in via Monte di Dio; infatti, l'iniziativa ha permesso di organizzare due feste con animazione per i bambini del Pallonetto Santa Lucia scelti dai servizi sociali competenti e dalle parrocchie della zona, nonchè di organizzare anche tre giornate della legalità con visita dei bambini della scuola "Baracca" alla caserma ed, in questa occasione, sono state fornite una serie di informazioni sull'attività della polizia e soprattutto i principi sul valore della legalità e del rispetto delle leggi. 
infine, insieme al COPS, (Circolo Operatori della Polizia di Stato), una gruppetto di 20 ragazzi ha svolto per tutto l'anno un corso di karate e di calcio presso un campo sportivo a Giugliano dove alcuni di questi giovanissimi si sono particolarmente distinti per impegno e risultati ottenuti. 
A questa iniziativa, proprio nell'idea, di una solidarietà "contagiosa", si è aggiunto il progetto con il Circolo Posillipo per il quale 35 bambini della Torretta e di Mergellina, questa volta scelti dalla sezione disagio all'interno della scuola stessa, stanno svolgendo corsi di nuoto e, per quelli che mostreranno delle attitudini, anche di pallanuoto. 
l'iiniziativa sta riscuotendo un buon successo, per cui si pensa di proseguire insieme anche per il prossimo anno scolastico provando ad ancorare il merito scolastico allo sport e più in generale ad un criterio di premialità. 
Difatti, con l'associazione "Nautilus" è stato stabilito che alla fine del prossimo anno acolastico, i ragazzi disagiati che avranno conseguito un miglior profitto scolastico unitamente allo svolgimento di attività sportiva, potranno svolgere gratuitamente una settimana di campus presso la struttura dell'Ippocampo di Castelvolturno gestita dalla suddetta associazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©