Provincia / Pomigliano d'Arco

Commenta Stampa

Nasce "La sfida", spazio occupato da comitato cassintegrati


Nasce 'La sfida', spazio occupato da comitato cassintegrati
15/06/2013, 12:23

POMIGLIANO - Dopo i picchetti di questa mattina contro l'ennesimo abuso aziendale della Fiat (utilizzare lo strumento dello straordinario quando ci sono oltre 3mila di noi in cassintegrazione!), la militarizzazione e le cariche, abbiamo deciso che se la Fiat ci caccia dalle fabbriche noi ci riprendiamo il territorio come punto di partenza per riorganizzarci. Così è nata l'occupazione dei locali pubblici abbanonati adiacenti la villa comunale di Pomigliano! Così è nata "La sfida" occupata e autogestita dei cassintegrati di Pomigliano come risposta all'arroganza della Fiat. Uno spazio per continuare ad autorganizzare le rivendicazioni nostre e di quanti sono stati espulsi dalla fabbrica, per lottare per il reintegro a salario pieno degli operai fiat. Ma anche uno spazio di riferimento e di autorganizzazione per i tantissimi disoccupati e precari dei nostri territori dopo anni di politiche di desertificazione occupazionale. Per rivendicare il diritto al reddito garantito per tutti.
"La sfida" è uno spazio a disposizione di tutti, giovani, lavoratori, precari, cassintegrati come noi e comincerà subito le sue attività di ascolto, socialità, consulenza gratuita sui problemi di lavoro, confronto territoriale: "Se ci vogliono invisibili - afferma Mimmo Mignano uno dei Cassintegrati - quest'occupazione è uno degli strumenti per riprenderci diritto di parola e per dimostrare che non ci arrenderemo mai!"
"Invitiamo tutti gli altri cassintegrati a fare iniziative simili. Questi luoghi sono il nostro Gezi Park e l'amministrazione comunale dovrà dimostrare se saprà accogliere la novità creata da lavoratori che vivono il dramma della cassintegrazione e dei licenziamenti su questo territorio o invece cercherà di nuovo sgomberi e rappresaglie ubbidendo non al mandato di rappresentanza dei cittadini ma ai diktat della Fiat!".


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©