Provincia / Afragola

Commenta Stampa

Nascondeva pistola in fasciatoio per bambini, arrestato


Nascondeva pistola in fasciatoio per bambini, arrestato
27/01/2010, 11:01


AFRAGOLA - Ieri mattina gli agenti del Commissariato P.S. Afragola hanno arrestato Gennaro Giustino, 35enne di Afragola per porto e detenzione illegale di armi comuni da sparo nonché ricettazione e detenzione illegale di munizionamento per armi comuni da sparo.
Nell'ambito di una più ampia attività investigativa finalizzata al controllo delle armi detenute nella zona di competenza, i poliziotti di Afragola si sono recati presso la residenza di Giustino in una traversa di Via cimitero dove hanno trovato la sola mamma. Quest'ultima ha pertanto riferito che il figlio non viveva più con lei da quattro anni e che potevano rintracciarlo presso la sua rivendita di frutta di Via Pietro Nenni.
Giunti al negozio i poliziotti hanno trovato Giustino e dopo avergli riferito della necessità di effettuare un controllo amministrativo sulle armi detenute e regolarmente denunciate, quest'ultimo ha riferito di abitare ancora con la madre e di avere li custodite le armi.
Tornati quindi all'abitazione di Via Cimitero, i poliziotti hanno potuto finalmente procedere al controllo amministrativo.
Giustino non era in possesso della chiave dell'armadietto blindato che ha poi consegnato ai poliziotti dopo essere uscito di casa a cercarla. Al controllo sono risultate mancanti alcune armi di cui l'uomo ne ha giustificato l'assenza dicendo di aver effettivamente cambiato domicilio ma non aver proceduto alla comunicazione prevista dalla normativa per le armi. Gli agenti pertanto si sono recati presso il suo reale domicilio.
Arrivati all'appartamento, situato in Via Delle Puglie, gli agenti hanno potuto costatare che le armi non erano affatto custodite secondo i dettami della vigente normativa. Una pistola era infatti detenuta all'interno di una fasciatoio per bambini, mentre un fucile era stato riposto all'interno di un guardaroba in camera da letto. Nel corso del controllo sono state anche rinvenute delle munizioni illegalmente detenute.
Gennaro Giustino è stato pertanto arrestato in quanto: le armi regolarmente dichiarate non erano custodite presso la propria residenza ed inoltre erano state illegalmente trasportate presso un altro indirizzo, le stesse non erano regolarmente custodite in quanto nella piena disponibilità dei componenti della famiglia, è stata rinvenuta una cartuccia di cui lo stesso non ne sapeva giustificare la presenza ed infine il fucile calibro 12 di cui era in possesso è risultato di proprietà del padre deceduto nel 92 e pertanto illegalmente detenuto.

L'arrestato sarà giudicato per direttissima nella giornata di oggi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©