Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Natale ad Amalfi, la musica e gli incant(esim)i


Natale ad Amalfi, la musica e gli incant(esim)i
18/12/2013, 10:06

AMALFI - Note di notte. La carezza del Natale si sta adagiando sulla divina costa. Tra gli addobbi sotto le stelle è la Musica a decorare gli angoli più nascosti e ravvivare i cuori disincantati.La Città di Amalfistrizza l'occhio alla tradizione e prova a scuoterla mistificandola a favore della modernità e delle nuove tecniche di sperimentazione acustica: l'orizzonte non è sembrato mai così a portata d'orecchio.
Ce n'è per tutti i gusti. Gli "InCanti d'Autore" lasceranno la loro scia luminosa in tutto il periodo di festività. L'intensità di suoni e performance, avvolta in un variopinto ventaglio di interpreti, promette esperienze sensoriali di assoluta originalità.
Taglio del nastro  giovedì 19 Dicembre. Alle 19:30, nella Basilica del Crocifisso, Sue Kyung Song terrà il concerto per pianoforte “Suggestioni musicali per il tempo di Natale”. L'artista coreana ha esportato le sue dolci melodie in tutto il globo. Memorabile la sua esibizione nel celebre "Carnegie Hall" di New York, uno dei maggiori teatri di musica classica e leggera esistenti al mondo. Il giorno seguente, venerdì 20 dicembre alle 19:30 ruberà la scena un altro grande maestro del pianoforte, Stelvio Cipriani. Ancora nella cornice incantata della Basilica del Crocifisso, il pubblico presente sarà allietato dal concerto "La Musica nel cinema". Il famoso compositore romano è conosciuto come uno dei maggiori autori italiani di colonne sonore cinematografiche, vivendo il boom della sua carriera negli anni '70 grazie ai vari lavori soprattutto orientati ai film polizieschi.
Tra gli appuntamenti di maggiore spessore si annovera il Gran Concerto di Natale del maestro Salvatore Accardo nell’ambito della rassegna “Il Racconto delle Pietre” promossa dall’Assessorato al Turismo della Provincia di Salerno. La Cattedrale di S. Andrea spalancherà le porte sabato 21 Dicembre alle ore 21:00 ad uno dei più apprezzati violinisti del '900. L'artista napoletano vanta un repertorio di altissima levatura che spazia dal Settecento alle avanguardie storiche. Comprende musiche e concerti di Bartok, Bach, Beethoven, Berg, Bruch, Paganini, Prokofiev, Saint-Saens, Ciaikovskj, Tartini, Vivaldi ed altri.
Da giovedì 26 dicembre spazio all'acustica e al suo viaggio nei contrasti. Fabrizio Checcacci ha scelto la poesia dell’Arsenale della Repubblica per dedicare un tributo musicale ad una delle band più amate in assoluto, con il concerto "The Beatles Story", alle 19:30. Lo stravagante musicista fiorentino si è cimentato in cover di grandi artisti, quali David Bowie, Carlos Santana e gli intramontabili Queen. Stesso palcoscenico, venerdì 27 dicembre sempre alle 19:30 per il concerto jazz e bossanova “Emozioni musicali sulle strade dei mari d’inverno”, interpretato dal quartetto"Isolacustica" supportati dalla voce incantevole di Susanna Giordano.
Sussulti di ritmo e armonia sono previsti anche Mercoledì 1 gennaio alle 12:15 con il tradizionale ed atteso "Gran Concerto di Capodanno" eseguito per l’occasione dalla SCS Chamber Orchestra, sotto la direzione del Maestro Paolo Scibilia, che delizierà i presenti con le migliori musiche sinfoniche.
Con il nuovo anno si ripropongono gli inchini verso l'Olimpo della musica. E' la volta dei Pink Floyd, con un tributo particolarmente inedito perché giunge dal maestro Mauro Squillante, uno dei maggiori esperti di strumenti antichi a plettro come mandola, mandolino, colatrone e cetra. Il suo è un lavoro incessante sul connubio tra musica antica e contemporanea con l'obiettivo di estrarre il mandolino dallo stereotipo popolare e modernizzarne l'uso. Con il concerto "Dark side of the mandolin", in programmavenerdì 3 gennaio alle 19:30 all’Arsenale, sembra essere perfettamente riuscito nel suo intento. Sublime identificazione con le melodie originali dei Pink Floyd grazie al lavoro di sofisticati sintetizzatori e dell'intero equipaggiamento musicale.
Globalizzazione ed essenze internazionali senza mai accantonare le nostre origini. Così sarà la volta dei Sinestra  e della possente voce di Nuccia Paolillo a chiudere il programma degli “InCanti d’Autore”, con il concerto di musica popolare “Tra Sacro e Profano”, sabato 4 Gennaio alle 19:30 ancora nell’Arsenale della Repubblica.
«La Città di Amalfi offre ai suoi ospiti un succulento menù di eventi musicali - dichiara Daniele Milano, Assessore al Turismo e alla Cultura - peraltro tutti ad ingresso gratuito.  La musica e il Natale si intrecciano nelle notti amalfitane fino a fondersi l'una nell'altro. L’invito è a venire, chiudere gli occhi ed ascoltare».
La magia penetrerà l'anima. Sarà dura, poi, spezzare l'incantesimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©