Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Il Comune torrese a favore degli imprenditori coraggiosi

Niente tasse per chi denuncia


.

Niente tasse per chi denuncia
12/02/2010, 12:02

TORRE DEL GRECO – Niente tasse per incentivare imprenditori e commercianti a ribellarsi alla criminalità organizzata e a denunciale eventuali richieste estorsive.
La lotta alla camorra e lo sviluppo della cultura della legalità nei comuni vesuviani passano anche attraverso iniziative del genere. Dopo il rafforzamento delle misure di sicurezza e il forte dispiegamento di forze dell’ordine nei territori alle falde del Vesuvio, dove la criminalità, in tutte le sue forme, è una piaga con cui i cittadini sono costretti a convivere ogni giorno, spazio dunque ad iniziative concrete volte a tutelare coloro che hanno il coraggio di ribellarsi e dire no alla “legge del pizzo”.
E così, dopo i comuni di Ercolano e San Sebastiano al Vesuvio, anche l’amministrazione comunale di Torre del Greco scende in campo con un provvedimento rivolto a commercianti ed imprenditori che denunciano il racket. Una misura straordinaria approvata, nelle scorse ore, dalla giunta torrese guidata dal sindaco Ciro Borriello, che prevede l’esenzione dalle tasse comunali per cinque anni per tutti i cittadini che denunceranno i propri strozzini. L’obiettivo è quello di contrastare il dilagante fenomeno delle estorsioni sul territorio della città del corallo.
Un’iniziativa fortemente voluta dal Comune torrese. “Sono particolarmente soddisfatto - spiega il sindaco Borriello-  delle misure adottate da questa amministrazione per contrastare i fenomeni estorsivi. In merito, la giunta, nell’ottica di una concreta collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine, ha approvato l’esenzione dal pagamento dei tributi comunali per cinque anni a favore di coloro che abbiano denunciato tentativi di estorsione e di usura per i quali, a seguito della denuncia, si sia avuto provvedimento di rinvio a giudizio o sentenza di condanna. Sono atti significativi e forti - conclude il primo cittadino – che attestano l’impegno politico e istituzionale nel percorrere strategie volte ad affermare una profonda vicinanza alla collettività e in particolare al mondo dell’economia, degli imprenditori e dei commercianti per un autentico recupero della legalità”.
A dare il via a questo tipo di iniziative, il sindaco di Ercolano Nino Daniele che, nelle scorse settimane, aveva adottato proprio la misura dell’esenzione dalle tasse per gli imprenditori-coraggio del territorio da lui governato. Un provvedimento che ha già dato i primi frutti. Al momento, infatti, sono circa venti, i cittadini ercolanesi premiati dal Comune con sgravi fiscali fino al 2013. Un risultato importante che va ad aggiungersi alle maxi operazioni portate a termine dalle forze dell’ordine che negli ultimi mesi hanno decapitato i vertici dei principali clan che si contendono la gestione degli affari illeciti sul territorio. Stessa iniziativa anche per San Sebastiano al Vesuvio, il primo tra i paesi vesuviani a seguire l’esempio della città degli Scavi nell’agevolare coloro che decidono di intraprendere il difficile cammino della denuncia.
E da oggi, anche Torre del Greco potrà usufruire di un ulteriore strumento per la lotta al racket e al fenomeno delle estorsioni.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©