Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Bloccato a Napoli, litigava con un controllore ferroviario

Nigeriano ingoia 34 ovuli di eroina: arrestato dall’Arma

I carabinieri, in realtà, stavano pedinando un pregiudicato

.

Nigeriano ingoia 34 ovuli di eroina: arrestato dall’Arma
10/09/2013, 12:27

CASTEL VOLTURNO - Erano sulle tracce di un pregiudicato di Castel Volturno, ma l’intervento per sedare un litigio tra un nigeriano ed un controllore li ha premiati con un arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente; è accaduto presso lo scalo ferroviario di Napoli. I carabinieri del comando stazione di Castel Volturno-Pinetamare, che sono giunti nel capoluogo di regione per seguire gli spostamenti di un individuo sul quale avevano posto, da tempo, la loro attenzione, si sono trovati però ad assistere ad un acceso diverbio tra un controllore ed un extracomunitario. I militari, a quel punto, hanno preferito sospendere il pedinamento del pregiudicato e sedare il litigio che stava degenerando. Durante le fasi del controllo, l’extracomunitario, Aikoriogie Martins Obareju, di nazionalità nigeriana, che risultava essere domiciliato a Castel Volturno, si è subito mostrato nervoso. E’ bastato poco ai carabinieri per capire che dietro quell’agitazione, in realtà, il 21enne nascondeva qualcosa. E’ stato pertanto riportato prima presso la località di domicilio e poi, nell’ambito dell’operazione di ordine pubblico denominata “Strade Sicure”, condotto presso la Clinica “Pineta Grande” dove è stato sottoposto a mirati esami radiografici che hanno consentito di accertare che lo stesso riteneva nel tratto intestinale 34 ovuli, contenenti 430 grammi di sostanza stupefacente, del tipo eroina, che avrebbero fruttato all’uomo circa 30mila euro. Lo stupefacente recuperato è stato sequestrato, mentre il nigeriano associato presso la casa circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©