Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Nocera superiore (Sa): GDF scopre agenzia abusiva scommesse su eventi sportivi nazionali e internazionali

Denunciati due responsabili

Nocera superiore (Sa): GDF scopre agenzia abusiva scommesse su eventi sportivi nazionali e internazionali
30/09/2013, 11:30

NOCERA SUPERIORE - Nell’ambito delle iniziative programmate dal Comando Provinciale di Salerno a presidio della legalità e a contrasto del dilagante fenomeno delle scommesse clandestine e del gioco d’azzardo, i militari della Compagnia di Nocera Inferiore hanno sequestrato tutta la  strumentazione informatica utilizzata da un centro scommesse illegale, dedita alla raccolta ed accettazione di scommesse su eventi sportivi, denunciando a piede libero il responsabile ed un suo collaboratore.
L’attività di accettazione, raccolta e gestione delle scommesse veniva attuata dal personale dell’agenzia in assenza di qualsivoglia autorizzazione: tali scommesse venivano poi convogliate a favore dell’allibratore estero “PLANETWIN365” che le gestiva dalla propria sede in Austria.
L’attività ispettiva e di controllo consentiva di sottoporre a sequestro 2 postazioni telematiche ed €. 108,00, provento dell’illecita attività.
La fattispecie d’illecito attiene alla violazione del cosiddetto “divieto di intermediazione” ovvero l’accettazione delle scommesse da parte di un terzo soggetto che in maniera irregolare si interpone, senza alcuna autorizzazione, tra soggetto concessionario (autorizzato dallo Stato) e scommettitore, venendo a gestire delle giocate che non figurano di fatto “tracciate” dai circuiti ufficiali.
Nella circostanza il dipendente del centro scommesse veniva colto in flagrante mentre acquisiva una giocata/scommessa, operando “on line” tramite l’account del socio della società di gestione del centro scommesse, indi agendo quale intermediario tra concessionario delle scommesse e scommettitore (persona fisica).
Il responsabile della società, peraltro recidivo nella commissione di tale tipologia di reati, quale gestore e/o titolare dell’agenzia di scommesse ed un suo collaboratore/dipendente  venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria, in concorso tra loro, per  violazione degli artt. 4, comma 1°, e 4-bis della Legge n. 401/1989 e successive modificazioni ed integrazioni, 17 del T.U.L.P.S , 132, comma 1, del D. lgs.  n. 385/93, nonché agli artt. 110, 718e 719 del codice penale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©